La prima notte in DISCOTECA a MILANO dopo il lockdown: DOVE e QUANDO sarà

Si torna in discoteca per sperimentare un protocollo che potrebbe salvare l'estate 2021. Dove, quando e in che modalità si svolgerà?


Si torna in discoteca per sperimentare un protocollo che potrebbe salvare l’estate 2021. Dove, quando e in che modalità si svolgerà?

La prima notte in DISCOTECA a MILANO dopo il lockdown: DOVE e QUANDO sarà

E’ stata la Silb-Fipe, l’associazione italiane imprese ed intrattenimento, a lanciare l’idea: fare degli eventi per verificare le condizioni per riaprire le discoteche. Le città interessate per queste prime due serate sono Milano e Gallipoli in cui apriranno una discoteca all’aperto e una invece al chiuso. Vediamo dove, quando e con quali modalità avverrà il test milanese. 


# L’esperimento a Milano si svolgerà al Fabrique

concerto subsonica fabrique milano
concerto subsonica fabrique milano

L’esperimento meneghino sarà il primo in tutta Italia e si svolgerà nell’ultima settimana di maggio e dovranno essere messi alla prova alcuni protocolli per rendere l’evento praticamente “covid-free”. La discoteca che ospiterà questo primo test è il Fabrique, in zona Mecenate, e si raggiungerà una capienza di oltre 2.000 persone. Ma quali saranno i protocolli che – se approvati – ci accompagneranno per tutta la stagione estiva?

# Come si potrà accedere alla serata-test?

Per accedere all’esperimento bisognerà dimostrare di essere vaccinati oppure la presenza di anticorpi per guarigione, o in alternativa di aver fatto un tampone molecolare nelle 48 ore precedenti. Anche in uscita sarà necessario effettuare il tampone, così da verificare la positività o negatività al Covid. Il protocollo deve essere testato e, se verrà approvato, permetterà finalmente ai locali di riaprire. Per aumentare esponenzialmente il numero dei giovani vaccinati i locali notturni hanno messo a disposizione i propri spazi per organizzare open day vaccinali, a dichiararlo è proprio Maurizio Pasca, presidente della Silb-Fipe. «Serviranno gazebo e spazi esterni ma, se il governo lo ritenesse opportuno, ne potremmo discutere. Noi siamo disponibili: prima si vaccinano tutti, prima si torna alla normalità, ognuno deve dare il suo contributo».

# Il caso spagnolo conferma: riaprire in sicurezza è possibile

credit: tg24.sky.it

Un evento simile è stato organizzato il 27 marzo a Barcellona, e i risultati rilasciati dalle autorità catalane sono piuttosto chiari: con un pubblico di oltre 5.000 persone (tutte tamponate prima e dotate di mascherina Ffp2 ma senza distanziamento) a distanza di un mese erano stati riscontrati solo 6 nuovi casi e 4 di questi non erano neppure riconducibili al concerto.



Insomma, un protocollo che in altri paesi ha già funzionato e che potrebbe dare finalmente inizio alla stagione estiva italiana con molte meno limitazioni, e il tutto in sicurezza.

Fonte: Milano Today

Leggi anche: Udine: si sperimenta RE-START, la tecnologia per far tornare gli spettatori nei GRANDI EVENTI

ROSITA GIULIANO

Riproduzione vietata a chi commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.