Al posto del Fuorisalone arriva Sant’Ambrogio! Il FLASH MOB urbano che omaggia il patrono di Milano

Rivediamo alcune immagini che hanno preso la scena di Milano

credits: palazziclub IG

Aprile ospitava la settimana del Fuorisalone. In attesa di questo arriva lui a colmare il vuoto: il nostro santo patrono. La mattina del 4 aprile, Milano è diventata il palcoscenico di un temporaneo progetto di arte urbana. 21 installazioni sono state collocate per le vie della città, tutte dedicate ad un unico personaggio: Sant’Ambrogio. Dopo che, per il secondo anno, il Fuori Salone non si farà, Milano non ferma di certo la sua creatività e ne ha mostrato la prova per le sue strade. Ma di che opere si è trattato? E perché proprio Sant’Ambrogio?

Al posto del Fuorisalone arriva Sant’Ambrogio! Il FLASH MOB urbano che omaggia il patrono di Milano

# Il flash mob urbano che omaggia il patrono di Milano

credits: Stefania Morici FB

Il progetto di arte urbana “La Campana di Sant’Ambrogio” è stato una specie di complesso flash mob. Per poche ore, la mattina del 4 aprile, Milano si è riempita di 21 installazioni, somiglianti ad antiche e colorate vetrate medioevali, dedicate al patrono della città, in onore dell’anniversario della sua morte, avvenuta nel 397 d.C.


Il progetto è stato curato da Stefania Morici, che ha ideato e sviluppato il concept, ed è stato prodotto da Arteventi e Show Bees, con il Patrocinio del Comune di Milano, del Pontificio Consiglio della Cultura e della Rai.

# Campana: il gioco che nasconde una metafora spirituale

credits: Stefania Morici fb

Le 21 installazioni sono state chiamate “Campane”, poiché ispirate al gioco della campana, uno dei più antichi giochi da cortile, conosciuto anche come “mondo” o “paradiso”.

Sembra che questo gioco nasca proprio come una metafora del collegamento tra il mondo terreno e quello spirituale. Secondo un’antica credenza infatti, l’anima, rappresentata dal sasso, partendo da terra può arrivare al paradiso solo attraversando degli stadi intermedi.



Ogni opera, lunga tra i 7 e i 20 metri, è stata pensata quindi come una specie di percorso a caselle, un vero e proprio viaggio per partecipare metaforicamente alla vita del patrono.

# Opere che collegano passato e presente

credits: palazziclub IG

Ma insieme al Santo, anche altri personaggi sono comparsi in alcuni affreschi, come in quello posizionato in Piazza Duomo. Si tratta dell’opera di Alberto Wolfango Amedeo D’Asaro, in arte Paletta, che ha ritratto, in una sorta di pala iconografica, Sant’Ambrogio circondato da alcuni grandi personaggi del passato e del presente. Tra ben 86 visi, compaiono per esempio quelli di Liliana Segre, Gino Strada, Renzo Piano, Patrick Zaki, Greta Thumberg e tanti altri.

# Un progetto per trasmettere la forza combattente di Milano e la bellezza artistica del nostro Paese

credits: Stefania Morici fb

Le istallazioni, come abbiamo detto, sono durate solo poche ore e in una Milano che festeggiava per la seconda volta la Pasqua in zona rossa, purtroppo non in molti hanno potuto godersele. Questo progetto è stato però un’occasione per realizzare un video documentario che racconterà la bellezza, la forza e il carattere combattente di Milano.

Come Stefania Morici ha scritto sul suo profilo Facebook: “la Campana di Sant’Ambrogio, oltre a lanciare un messaggio di speranza, ci dice di ripartire proprio dalle nostre radici. Da quella ricchezza artistica e culturale che possediamo e che ci rende unici nel mondo”.

Fonte: milanoweekend.it

CHIARA BARONE

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.