L’isola dei pavoni a un’ora da Milano

Tra i proprietari del passato anche un Arcivescovo di Milano. Cosa la rende unica, dove si trova e quando è possibile visitarla

0
associazione_sottinsu IG - Pavone

Un’isola privata accessibile solo in determinati giorni dell’anno, un tempo appartenuta all’Arcivescovo di Milano. Dove si trova, quando è possibile visitarla e cosa si può ammirare al suo interno.

Milano città stato è anche su Youtube: clicca qui per il canale con i video su Milano. Iscriviti: ti aspettiamo

Milano – Isola dei Cipressi

L’isola dei pavoni a un’ora da Milano

# Risalente al Neolitico, posseduta dall’Arcivescovo di Milano

ilcoloredelvetro IG – Isola dei Cipressi

Le isole hanno un fascino particolare e anche questa non è da meno. Siamo a poco meno di un’ora da Milano, circa 50 km di strada lungo la Statale del Lago di Como e dello Spluga, nel Lago di Pusiano in provincia di Como. Qui si trova la piccola Isola dei Cipressi, caratterizzata da una storia ricca e affascinante che parte dal Neolitico, con la punta orientale che ha ospitato un villaggio su palafitte. Sono molti i personaggi illustri che l’hanno posseduta, dall’Arcivescovo di Milano con la collegiata di San Giovanni Battista di Monza nel 1300, passando per i Carpani fino al ‘700, poi marchesi e principi fino al 1831, infine nel 1874 gli industriali di Valmadrera, i fratelli Gavazzi.

# La scoperta dell’isola, vincolata dalla Soprintendenza, tra pavoni, gru e aironi

Villa padronale Isola dei Cipressi

L’isola è tuttora privata e si può visitare solo alcuni giorni all’anno grazie a delle visite organizzate. I tour prevedono la navigazione in battello sul lago e la scoperta delle attrazioni presenti sul piccolo isolotto in mezzo, vincolato dalla Soprintendenza e tutelato dalla Fondazione che ha anche lo scopo della sua conservazione e valorizzazione.

ilchiaroscurodistella IG – Casetta sull’albero

Si può vedere il piccolo museo che racconta la sua storia, una casetta sull’albero, la villa padronale, ma solo dall’esterno, il viale dei cipressi e le mura medievali. 

I Libri di Milano Città Stato a casa tua: scopri come fare

Camminando negli spazi verdi si possono osservare diverse specie di fauna in libertà, tra cui pavoni, gru coronate, aironi e fino a poco tempo fa anche alcuni esemplari di wallaby, della famiglia di marsupiali.

# Le visite da luglio a settembre

lafranci.80 IG – Isola dei Cipressi

L’associazione Pro loco di Bosisio Parini organizza le visite guidate all’isola, della durata di 2 ore, con ritrovo dal Molo di Bosisio Parini in provincia di Lecco. Le prossime date disponibili sono il 10, 20, 24 e 31 luglio, il 7, 28 e 31 agosto e il 3 e 4 settembre, con partenza alle 16:00 nelle giornate di mercoledì e alle 10:00 in quelle di sabato. I biglietti hanno un costo di 17 euro il mercoledì e di 22 euro il sabato per gli adulti, rispettivamente di 9 e 11 euro per i bambini.

Spunto: simi.larity IG

Continua la lettura con: L’ISOLA “DESERTA” dei SOGNI TRICOLORI: la più GRANDE e MENO ABITATA d’Italia

FABIO MARCOMIN

Milano città stato è anche su Youtube: clicca qui per il canale con i video su Milano. Iscriviti: ti aspettiamo

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedenteTbilisi, la città senza orari
Articolo successivoL’auto più costosa al mondo ha origini milanesi
Fabio Marcomin
Giornalista pubblicista. Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia. Il mio background: informatica, marketing e comunicazione. Curioso delle nuove tecnologie dalle criptovalute all'AI. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome