Via degli Dei? No, via delle DEE. Arriva il TREKKING per sole donne

Alla scoperta del percorso percorribile solo da donne

credits: destinazione umana.it

Un progetto che coinvolgerà donne di ogni età in quello che viene chiamato “trekking emozionale”. Il sito SiViaggia ci racconta cosa c’è di così speciale in questo nuovo modo di fare sport.

Via degli Dei? No, via delle DEE. Arriva il TREKKING per sole donne

# Il trekking al FEMMINILE

credits: destinazioneumana.it

Per chi ama lunghi percorsi a piedi in mezzo alla natura, le città di Bologna e Firenze offrono un’esperienza esclusiva e sensazionale. È stata realizzata la “via delle Dee”, un percorso in cui si praticherà trekking alla scoperta di borghi e di città. C’è solo una regola: gli uomini non possono partecipare.


Quest’esperienza, ideata lo scorso 8 marzo (la Festa della Donna) da Destinazione Umana, ha come obiettivo quello di lasciarsi alle spalle ogni pensiero negativo, ogni senso di colpa, ogni paura passo dopo passo. Per questa ragione ha ottenuto il nome di “trekking emozionale” dove il focus è sull’introspezione e le emozioni.

# 130 km attraversando gli Appenini

credits: mugello.it

Ad accompagnare le donne sarà una blogger e una guida ambientalistica, le quali si occuperanno di tutto e saranno le sole a conoscere le varie tappe del tragitto proprio per dare al gruppo un’occasione per staccare completamente la mente e non dover pensare a nulla.

La particolarità sta proprio nel tipo di percorso: l’impresa permetterà di percorrere ben 130 km a piedi in 5/6 giorni oppure 2/3 in mountain bike nella via delle Dee, attraverso gli straordinari paesaggi che l’Appennino tosco-emiliano ha da offrire.



In realtà, il nome della via è semplicemente una rivisitazione in chiave femminista di quella che si chiama Via degli Dei, un percorso escursionistico che parte da Bologna e arriva a Firenze e ripercorre un antico percorso medievale utilizzato dai Romani.

Continua a leggere con: 5 percorsi di TREKKING da fare in giornata da Milano

SELENE MANGIAROTTI

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Leggi anche: Wimbledon, Matteo Berrettini ha perso, ma con onore. Novak Djokovic: “Giochi un tennis potente, un vero martello”

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.