La via di BOLOGNA dove sembra di essere a VENEZIA

La "piccola Venezia": dalla finestrella di via Piella si viene catapultati sulla laguna

Credits: laura_biscaro finestrella di via Piella Bologna

Tra le sue architetture, le torri, la gastronomia e la sua vivacità, Bologna nasconde un segreto. In via Piella, c’è una piccola finestrella che se ci si affaccia si viene catapultati in un’altra città italiana, la bellissima Venezia. Un canale con casette colorate e balconcini, è questo che si vede dalla finestra che ormai viene chiamata la “piccola Venezia”.

La via di BOLOGNA dove sembra di essere a VENEZIA

# Bologna: città sull’acqua

Credits: @ Gli fabio_govoni1974
Canale delle Moline

Ci si potrebbe chiedere come può essere che Bologna assomigli a Venezia, eppure in realtà ci si è dimenticati, o semplicemente non se ne è a conoscenza, del passato del capoluogo emiliano romagnolo. Nella storia di Bologna per molto tempo l’acqua e i commerci navali occuparono un ruolo importante. Nel XIII secolo c’erano 5 porti e dal canale Navile si raggiungeva Ferrara, il Po e infine il mare. Sono tra i 60 e 80 chilometri di condotte, canali torrenti e corsi d’acqua in generale che attraversano il centro di Bologna. Inoltre, l’economia della città si basava sull’attività di mulini per la seta e opifici che funzionavano con un apparato idrico ben funzionante.


 

# Gli scorci d’acqua nella città

La finestrella in via Piella si affaccia su uno dei pochi tratti di canale che non è stato coperto dall’asfalto dopo la ricostruzione della città nel Dopoguerra, il canale delle Moline (prosecuzione del Reno). Tuttavia non è l’unico scorcio d’acqua ancora visibile nella città. Tra questi troviamo il canale Reno che entra in città e scompare poco dopo passando sotto la Grada, nella via omonima, il canale Navile e parte di un canale nel Parco del Cavaticcio, nei pressi di Porta Lame, nella zona dell’antico Porto Naviglio.

# È sempre più conosciuta

Credits: laura_biscaro
finestrella di via Piella Bologna

La “piccola Venezia” bolognese sta diventando sempre più un’attrazione turistica: casette colorate e un canale, un pezzo di una città in un’altra, una volta trovata, non poteva essere da meno. Sicuramente non facile da scoprire però, dato che la finestrella è dipinta dello stesso colore del muro, arancione tono su tono. È in pieno centro storico e attraverso i social e il passaparola, è possibile trovare sempre più gente affacciata alla finestra ad osservare la bellezza dello scorcio o a fare una foto. In realtà la finestra ha solo circa 20 anni, era stata infatti coperta e poi riaperta.



Continua la lettura con: BOLOGNA è la città con il portico più LUNGO del MONDO (con lo zampino del DEMONIO)

BEATRICE BARAZZETTI

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.