I VIDEO della PROTESTA dei CAMIONISTI

Il primo giorno della protesta

Blocco autostrada foto

27 settembre. E’ iniziata la protesta dei camionisti contro il Green Pass obbligatorio. Lungo la rete autostradale italiana hanno guidato i mezzi pesanti procedendo a 30 km/h. La manifestazione è stata indetta per protestare contro l’estensione dell’obbligo delle certificazione verde nel mondo del lavoro a partire dal 15 ottobre. I problemi dicono sono soprattutto per quelli di loro che entrano ed escono dal Paese e per i trasportatori che arrivano dall’estero, dove non usano il Green Pass.

“Durante il lockdown noi abbiamo continuato a lavorare per fornirvi cibo anche nell’emergenza. Ora scendiamo in strada per difendere i diritti di tutti”, ha dichiarato un autotrasportatore. La protesta è stata indetta “a oltranza” fino a eliminazione del Green Pass per chi lavora. Ecco come è andata la prima giornata di proteste in alcuni video raccolti su Telegram.


I VIDEO della PROTESTA dei CAMIONISTI 

# VideoGallery: video in successione dalle autostrade (clicca qui sotto)

# FotoGallery:

# Segnalazioni delle manifestazioni sul sito di Autostrade per l’Italia

Continua la lettura con: Le 5 DONNE SIMBOLO per chi dice NO al GREEN PASS

FABIO MARCOMIN

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)



ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.