Dall’Olanda arrivano i TAVOLI IN SERRA: 5 RISTORANTI milanesi in cui starebbero da Dio

Trasformare i tavoli in serre di vetro: come un problema potrebbe creare una bellissima opportunità

serres separees mediamatic www.ad.nl

Dopo i Covid Table, i separatori in plexiglass proposti dal designer pugliese Antonio De Marinis, che hanno fatto molto discutere per la divisione troppo rigida dei commensali, arrivano dall’Olanda i Serres Séparées, i tavoli in serra.
Un’idea che potrebbe essere applicata anche a Milano: ecco i 5 ristoranti con spazi esterni meravigliosi in cui le serre starebbero da Dio.


Dall’Olanda arrivano i TAVOLI IN SERRA: 5 RISTORANTI milanesi in cui starebbero da Dio

In Olanda, come in diversi paesi del mondo, la regola di un metro e mezzo impedisce a molti imprenditori della ristorazione di riaprire le  porte nel breve periodo. Ma Willem Velthoven, fondatore e direttore di Mediamatic, associazione di arte e cultura di Amsterdam, racconta come il coronavirus possa essere anche di stimolo per adottare soluzioni creative: “Le questioni urgenti che ne derivano sono in qualche modo fonte d’ispirazione per noi”.

E’ così che nasce il nuovo progetto Serres Séparées, che offre alle persone l’opportunità di cenare ad Amsterdam in serre di vetro con vista sull’acqua.

Ph. credits: serres separees mediamatic www.ad.nl

Il progetto chiaramente non si adatta a qualsiasi realtà: ha bisogno di spazio, di location adeguate e crea un livello di cura e di servizio differenti, non adatte a realtà che puntano sui grandi numeri e sui turnover. C’è anche da dire che al momento nessun ristoratore abbia tanta fiducia nel futuro da credere in doppi turni di cena…

L’idea di utilizzare le serre per creare un’esperienza culinaria intima e sicura non è però così nuova. Con lo scopo di combattere il freddo e garantire una cena scenografica all’aperto, negli Stati Uniti, ma anche a Londra, Roma e Perugia, erano già stati adottati elegantissimi Igloo, spazi di design che permettevano a molti ristoratori di accogliere i loro clienti all’aperto anche nella stagione fredda.

Ph. credits: artandtravels.it

E Milano potrebbe adottare l’idea della serra o quella dell’igloo, come soluzione di distanziamento?

Certo che sì. Ecco 5 ristoranti in cui queste soluzioni di design si sposerebbero benissimo con i loro meravigliosi outdoor.

#1 Il ristorante dell’Hotel Bulgari

Ph. credits: thefork.it

Una cucina che fonde il concept italiano conteporaneo con quello classico, grazie allo chef stellato Niko Romito.

#2 4cento

Ph. credits: 4cento.com

Uno dei giardini più belli di Milano in cui si può cenare, ma anche ascoltare della buona musica grazie ai live e i dj set.

#3 Il Chiostro di Andrea

Ph. credits: ilchiostrodiandrea.it

Posto magico, nella quiete di un vero Chiostro, il ristorante dello Chef Andrea Alfieri si trova in zona Tribunale e offre una cucina italiana di altissima qualità.

#4 Shambala

Ph. credits: shambalamilano.it

Shambala, una locanda asiatica con grandi alberi in una vecchia cascina lombarda, nasce dal ricordo dell’atmosfera e dei colori dell’estremo oriente nel ’98.

#5 Terrazza Triennale – Osteria con Vista

Ph. crdits: osteriaconvista.it

La struttura realizzata interamente in vetro sulla sommità del Palazzo della Triennale e la terrazza con vista skyline sono protagoniste di uno dei migliori roof-top meneghini. Qui si gusta la cucina italiana nel format dell’osteria moderna.

BARBARA VOLPINI

Se vuoi contribuire anche tu ad avere una Milano più libera in una Italia più civile, partecipa a RinasciMilano e mandaci la tua proposta qui: RinasciMilano

MilanoperMilano: a Milano chi ha di più aiuta chi ha di meno. Dona anche tu e #aggiungiunpastoatavola di chi ne ha bisogno: www.milanopermilano.it

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato

Milano Città Stato. Il grande sogno dei milanesi