🔴 Lockdown a Milano: ATM -94% ingressi metro, Serravalle -88%, Malpensa -95%

Perdite senza precedenti per mezzi pubblici, aeroporti e autostrade milanesi


Numeri che rasentano il 100% per la mobilità urbana. Ma anche per quella extra-urbana i dati non sono più incoraggianti. Le merci, come le persone, hanno viaggiato meno dando un colpo di grazia all’economia milanese. Ecco i numeri.

🔴 Lockdown a Milano: ATM -94% ingressi metro, Serravalle -88%, Malpensa -95%

#1 ATM: -94%


Le cifre riportate dal magazine di Assolombarda, Genio e impresa, parlano chiaro. Ad aprile per Atm ha comportato una diminuzione degli ingressi nella metro milanese del 94%, dopo aver già registrato un drammatico -82% per il mese di marzo.
A risentire economicamente del lockdown, oltre ai mezzi pubblici, anche chi ne usufruisce attraverso un abbonamento. Ha, però, fatto sapere l’amministrazione comunale che “sta lavorando con Governo e Anci per il prolungamento degli abbonamenti e per il loro rimborso. Il decreto rilancio ha infatti introdotto il rimborso dei costi sostenuti per l’acquisto di abbonamenti di viaggio per servizi ferroviari e di trasporto pubblico dai viaggiatori.


#2 Centro Città: -75%

Ph. credits: sicurauto

Risultati negativi si sono registrati anche per quanto riguarda gli accessi in città: nonostante la sospensione del blocco di ingresso, le entrate in Area B segnano un calo del 70%, in Area C del 75%. Il Comune di Milano ha dato notizia di aver prorogato la sospensione totale di Area B e Area C fino al 31 maggio 2020.


#3 Tangenziali: -88%




Il calo riguarda anche le tangenziali che, causa lockdown, sono rimaste vuote per mesi. Secondo Milano Serravalle, si è registrata, rispetto all’anno scorso, una flessione dei transiti dei veicoli pesanti del 50%, e dell’88% di quelli leggeri.


#4 Malpensa: -35% merci, -95% viaggiatori

Ph. credits: trasportinfo

Anche il trasporto aereo delle merci ha subito un grave colpo: nell’aeroporto di Malpensa, il traffico commerciale a marzo è calato del 29% e ad aprile del 35%. Il calo dei viaggiatori è invece di oltre il 95%

I numeri registrati non si discostano molto da quelli registrati in altre capitali colpite, eccezion fatta per quelle tedesche e statunitensi, dove gli spostamenti hanno subito meno limitazioni.

Fonti: askanews, milanotoday, linkiesta

 

BARBARA VOLPINI

Se vuoi contribuire anche tu ad avere una Milano più libera in una Italia più civile, partecipa a RinasciMilano e mandaci la tua proposta qui: RinasciMilano

MilanoperMilano: a Milano chi ha di più aiuta chi ha di meno. Dona anche tu e #aggiungiunpastoatavola di chi ne ha bisogno: www.milanopermilano.it

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato