🔴 Beppe Sala: le tre linee di azione per far ritornare Milano alla normalità alla fine dell’emergenza

Il Sindaco pensa al dopo: al lavoro prima i giovani, app per localizzare i contagiati, test per verificare immunità dal virus

Discorso Beppe Sala

Il Sindaco Beppe Sala nel suo consueto discorso in diretta Facebook, dopo l’incipit sulle informazioni imparate dal punto di vista sanitario e su come garantire l’approvvigionamento di prodotti alimentari tutelando i lavoratori del settore, ha posto delle riflessioni focalizzandosi sulle azioni da intraprendere per gestire la conclusione dell’emergenza. Contenti che si stiano considerando alcune nostre proposte per tutelare la salute e l’economia.

Beppe Sala “Strategia su 3 fronti per il ritorno alla normalità”

#1 Ritorno alla normalità lavorativa per fasce d’età: prima i giovani

Il decorso del coronavirus ha certificato che sono le persone più anziane che subiscono le conseguenze maggiori con il più alto tasso di ricovero in terapia intensiva e decessi. Per questo motivo i cittadini più giovani, a detta del Sindaco, saranno i primi che potranno uscire di casa e ripartire con l’attività lavorativa e comunque una vita normale in una ripresa graduale dell’economia e le persone ricomprese prevalentemente nell’età prossima a quella pensionabile saranno gli ultimi. Un’ipotesi prevista per le migliaia di dipendenti degli uffici comunali.

Leggi anche: Cagnoli: i passi per far RIPARTIRE l’Italia (minimizzando rischi e danni del coronavirus)

#2 Utilizzo dell’app che controlla i nuovi contagi

L’utilizzo dell’applicazione che localizza i movimenti delle persone che vivono nelle aree a maggior rischio di diffusione del virus, che a fronte di un’intromissione nella privacy, trova un senso nel contenimento della pandemia.

Leggi anche: 🔴 APP, test rapidi, rete scienziati: l’ITALIA è PRONTA per frenare i contagi. Manca solo il SI del Governo

#3 Test diffusi per verifica dell’immunità da Covid-19

Il medico Mantovani dell’Humanitas ritiene necessario per la popolazione accertarsi della presenza di eventuali misure anticorporali sviluppate dall’organismo nei confronti del virus Covid-19. Il Sindaco concorda con questa impostazione come elemento fondamentale per tornare quanto prima alla normalità, in quanto le persone a cui venga constatata l’immunità al coronavirus, essendo passati indenni alla positività, possono riprendere la vita precedente allo stop imposto dalle circostanza senza attendere decreti o ordinanze.

Leggi anche:
Cagnoli: i passi per far RIPARTIRE l’Italia (minimizzando rischi e danni del coronavirus)
🔴 APP, test rapidi, rete scienziati: l’ITALIA è PRONTA per frenare i contagi. Manca solo il SI del Governo

FABIO MARCOMIN

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A [email protected](OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)

Milano Città Stato. Il grande sogno dei milanesi