RUSSIA e CINA costruiranno una STAZIONE LUNARE

L'accordo annunciato questa settimana è il primo vero progetto collaborativo della Cina per l’esplorazione dello Spazio. Ecco cosa prevede nel dettaglio

Credits: astronuatinews.it

L’accordo annunciato questa settimana è il primo vero progetto collaborativo della Cina per l’esplorazione dello Spazio. Ecco cosa prevede nel dettaglio.

RUSSIA e CINA costruiranno una STAZIONE LUNARE

# L’accordo firmato il 9 marzo è il primo vero progetto collaborativo della Cina per l’esplorazione dello Spazio

Credits: tio.ch

L’accordo tra Russia e Cina è stato annunciato il 9 marzo dal direttore dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, Dmitri Rogozin, dopo aver parlato con la sua controparte cinese, Zhang Kejian e prevede che i paesi uniscano forze e competenze per “pianificare, progettare e sviluppare congiuntamente una road map per la costruzione di una stazione di ricerca scientifica lunare internazionale”.


Si tratta del primo vero progetto collaborativo della Cina per l’esplorazione dello Spazio, perché fino ad oggi lo Stato del Dragone aveva costruito in autonomia le proprie stazioni spaziali orbitanti intorno alla Terra oltre ad avere spedito sulla superficie lunare la propria sonda Chang’e e nell’orbita di Marte la sonda  Tianwen-1.

# In fase di valutazione se costruire una stazione sulla superficie o nell’orbita lunare

Il progetto verrà esteso ad altri Paesi anche se al momento non è stato ancora stato definito se la stazione sarà costruita sulla superficie della Luna o se rimarrà nell’orbita del satellite della Terra. Sul sito dell’agenzia russa si legge che: “La Stazione Lunare Scientifica Internazionale sarà un complesso di strutture create sulla superficie e/o nell’orbita della Luna progettate per svolgere lavori di ricerca multidisciplinari e polivalenti”, tra cui l’osservazione e l’esplorazione della Luna, esperimenti e verifiche tecnologiche, possibilità di funzionamento senza equipaggio a lungo termine e con la prospettiva di una presenza umana sulla Luna. “

# Anche gli Usa, in collaborazione con la UE, stanno sviluppando un progetto simile

Il progetto Gateway lanciato ormai da tempo dagli Usa, in partecipazione con l’Unione Europea, prevede lo sviluppo di una stazione lunare in orbita come base per il futuro ritorno dell’uomo sul satellite della terra, nonché per il lancio di missioni esplorative con un raggio d’azione più lungo, magari con Marte come approdo.



Fonte: Rainews

Continua la lettura con: Le 10 cose di MILANO che “porteremmo su MARTE”

FABIO MARCOMIN

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteLa TORRE VELASCA si rifà il TRUCCO
Articolo successivoMILANO 2030: come sarà la città tra 10 anni
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.