I 5 AEROPORTI più BELLI del MONDO

Quali sono i 5 aeroporti più belli del mondo? Ognuno ha una sua caratteristica particolare. Scopriamoli insieme

Aeroporto Singapore

Recentemente abbiamo parlato degli aeroporti più paurosi del mondo, ricordando con nostalgia le volte che in partenza per una vacanza iniziavamo a preoccuparci del volo, perché non esenti da strizza per turbolenze, vuoti d’aria, incidenti, mal d’aereo e quant’altro. Oggi proponiamo una rassegna meno thriller e più elegante, parlando dei più begli aeroporti sparsi per tutto il globo. Purtroppo molti di questi non sono più ai fasti di un tempo, perché gli aeroporti moderni, soprattutto gli hub di compagnie aeree internazionali, sono delle vere e proprie città. Ed esattamente come le città hanno subito sulla propria pelle il drastico calo di presenze, con inevitabili ripercussioni su manutenzione e conservazione degli interni. Ciononostante, dal nostro punto di vista, gli scali più belli al mondo intaccati poco o nulla dalla pandemia restano i seguenti.

I 5 AEROPORTI più BELLI del MONDO

#5 Zurigo, Svizzera: dove si osservano i piloti al lavoro

Credits: avionews.it

Aperto nel 1953, questo aeroporto ospita ogni anno 25 milioni di passeggeri. Fra tanti scali attraenti per diversi motivi, l’aeroporto di Zurigo è:
#1 l’unico al mondo dove è possibile osservare i piloti al lavoro nella cabina di comando, tramite uno speciale ponte di osservazione.
#2 Per i bambini, ci sono spaziosissime nurseries e stanze dei giochi, situate fra il gate A ed E, e seppur non offrano servizio di babysitter, sono organizzate per accogliere genitori e figli con fasciatoi, microonde, tavoli, poltrone e tantissimi giochi per intrattenere i bambini.
#3 L’aeroporto è stato inoltre costruito per aver un basso impatto ambientale. Ad esempio l’acqua piovana viene raccolta e riusata per gli scarichi dei wc. La bellezza dell’efficienza, nella terra dell’efficienza.


#4 Newquay, Regno Unito: vista mare e vista spiagge

Newquay Airport

Collocato a ridosso delle coste della Cornovaglia, l’aeroporto offre ai passeggeri una superba vista sul mare e sulle spiagge inglesi. Lo distinguiamo dai numerosi scali caraibici con caratteristiche simili (pista sull’acqua, sabbia, mare) perché la pista di Newquay ha la forma semicircolare di un quadrato bislungo.

Per i lettori poco forti in geometria, pensate al Circo Massimo di Roma e vi tornerà subito in mente la forma. Nelle immediate vicinanze dello scalo si trovano le principali attrazioni turistiche di quel piccolo paradiso terrestre che è la Cornovaglia: l’ Eden Project, il Cornwall National Maritime Museum e il Tate St Ives.



#3 Brisbane, Queensland: l’oasi naturale 

Credits: airlines-airports.com

Oltre 22 milioni di passeggeri vi transitano ogni anno per raggiungere l’Australia’s Gold Coast, la Sunshine Coast e Whitsundays, località da sogno nell’Emisfero Sud. Il Terminal per i voli internazionali è stato totalmente trasformato in un’oasi naturale, omaggio alla foltissima fauna australiana, dove è possibile rilassarsi immersi tra le palme e la vegetazione autoctona.

Brisbane Airport

Curiosità storica: proprio qui atterrò il primo volo con uno solo passeggero. Era il 1928 e alla cloche sedeva il pilota e pioniere dell’aviazione Bert Hinkler.

#2 Vancouver, British Columbia: l’acquario da 114 mila litri 

Credits: stuckattheairport.com

Fiore all’occhiello dei trasporti nel continente americano, lo scalo canadese (codice Iata YVR) è stato nominato il miglior aeroporto del Nord America per otto anni di seguito. Il motivo? Oltre allo scenario mozzafiato della Columbia Britannica in cui è immerso, stretto fra l’Oceano Pacifico, catene montuose e infinite foreste, l’aeroporto vanta un acquario da 114,000 litri e un intero team che si occupa di salvaguardare la fauna aerea dal rischio di collisioni con altri aeromobili. Natura, sicurezza e rispetto per gli animali.

Vancouver Airport

#1 Changi International, Singapore: l’aeroporto in stile “Avatar” 

Credits: visitsingapore.com

Varcare la soglia dello scalo è come essere catapultati sul set di “Avatar”. Un po’ come fare un viaggio nel futuro, in una città che, tra tutte, è sempre stata una delle più lungimiranti, non solo nel settore trasporti/turismo. Una città che ha saputo portare l’aeroporto a un livello successivo, trasformandolo da luogo di passaggio e di servizio a luogo di piacere, in cui trascorrere memorabili nottate prima di rientrare a casa.

Aeroporto Singapore

Al Changi ci sono un rooftop bar con vista su pista, un giardino per farfalle, un cinema gratuito, cascate, boutique e atelier di moda. Oltre 50 milioni di passeggeri ci transitano ogni anno e il Terminal 3, in particolare, è considerato dai turisti tra i più belli al mondo.  

Aeroporto Singapore

Qui si può assistere a spettacoli teatrali, lasciarsi affascinare da enormi schermi a LED, fare shopping sfrenato, gustare cibo internazionale, godersi una delle tre Spa o un film al cinema (ce ne sono ben 2) lanciarsi da uno scivolo alto 12 metri, fare un tuffo in piscina e fare un riposino nell’hotel interno tra un volo e l’altro.

E voi? Qual è l’aeroporto più spettacolare dove siete mai transitati?

Continua la lettura con LA LINEA 1000: un servizio in elicottero per collegare Milano a mare, laghi e aeroporti

CARLO CHIODO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su [email protected] (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.