7 PAESI che non ti aspetteresti dove si stanno costruendo METROPOLITANE

C'è chi inizia dalla linea 6 e chi parte con una linea "pendolino"


La notizia recentemente rimbalzata su ogni sito cittadino riguardo ai fondi per la futura M6 milanese (e del suo tracciato tutto da decidere), oltre alla situazione di stallo prolungato che vede i cantieri della M4 avanzare faticosamente verso la conclusione, ci porta a essere curiosi di quelli che sono i progetti in divenire in altri paesi che non siano i soliti noti del nostro pianeta. Adunque, facciamo un breve giro del mondo in 7 tappe, procedendo da ovest verso est.

7 PAESI che non ti aspetteresti dove si stanno costruendo METROPOLITANE

#1 ECUADOR

credits: pixabay

Nella capitale Quito, città famosa per il suo incredibile patrimonio culturale coloniale, a giugno 2022 dovrebbe inaugurare la prima linea di metropolitana. Le 16 stazioni percorreranno la città in sotterranea da Quitumbe (sud della città) fino a El Labrador, ingresso sud dell’attuale Parco Bicentenario (nord della città). Altre tre linee, per ora, restano sulla carta.

#2 COLOMBIA

credits: pexels

Nell’estesa e popolosa capitale Bogotà, il trasporto pubblico è stato sinora sorretto dagli investimenti fatti nelle varie linee del Transmilenio, un bus a trasporto rapido (BRT) con corsie dedicate. Ma a ottobre 2020 sono partiti anche i lavori per la prima linea di metropolitana: anche qui 16 stazioni, dal quartiere di Kennedy a sud-ovest fino a quello di Chapinero a nord-est. Una seconda linea, essenziale per coprire il centro città, è già stata annunciata. Ma per completare la prima (sotterranea) bisognerà attendere fino al 2028.

#3 COSTA D’AVORIO

credits: unsplash

La crescita costante del paese africano, già in possesso di infrastrutture che sono l’invidia dei paesi confinanti, ha permesso di iniziare i lavori per l’unica linea di metropolitana della capitale Abidjan. I lavori sono deputati a un consorzio francese, dopo che i partner coreani si sono defilati, e constano principalmente di un viadotto con stazioni sopraelevate, per limitare i costi dei tunnel. 18 stazioni, secondo il sito aggiornato dei lavori, dal sobborgo settentrionale di Anyama sino all’aeroporto internazionale, che entreranno in servizio nel 2025.

#4 NIGERIA

credits: unspalsh

La popolosissima città principale del paese, Lagos, Nollywood del nuovo cinema africano, si sta dotando di ben due linee di metropolitana (Rossa e Blu), già da svariati anni. Il contratto per la costruzione e la manutenzione delle linee di superficie e a viadotti è stato firmato nientemeno che con la compagnia statale della Cina, mentre i treni (oltre a quelli prodotti a Dalian, in Cina) verranno integrati anche con una produzione americana a ‘pendolino’, costruita ma mai utilizzata per la linea da Milwaukee a Madison. Le due linee partiranno dal medesimo capolinea: Marina, a sud, per dirigersi a nord (Red) e a ovest (Blue). Le 24 stazioni dovrebbero essere inaugurate a dicembre 2022.

#5 IRAN

credits: unsplash

Negli ultimi vent’anni, nel silenzio generale dovuto anche alle sanzioni contro il regime degli ayatollah, il paese ha saputo dotarsi di un numero impressionante di metropolitane sotterranee: ben 7 linee nella capitale Teheran, una linea per Mashhad, Tabriz, Isfahan e Shiraz. Oggi si stanno concludendo i lavori (consegna prevista non disponibile, visto che l’ultimo annuncio era per dicembre 2021) della prima linea sotterranea anche nella città santa di Qom, un milione di abitanti alle porte di Teheran, culla della rivoluzione islamica. 14 chilometri per 14 stazioni, il capolinea a nord sarà neanche a dirlo la bella moschea di Jamkaran dalle cupole verdi.

#6 BANGLADESH

credits: unsplash

A Milano è abitudine consolidata essere presi in giro per aver inaugurato la linea 5 prima della 4. A Dhaka (Dacca), la capitale del Bangladesh, hanno deciso di superarci alla grande. La prima linea a essere inaugurata, al momento secondo le previsioni a dicembre 2023 (prima tranche dicembre 2022, o farà la fine di Linate?), sarà addirittura la linea 6! Ben 14 stazioni sopraelevate, a cui lavorano un’azienda cinese, una giapponese e una thailandese con capitale in parte italiano: da Uttara, nel nord, sino a Motijheel, quartiere centrale della capitale.

#7 VIETNAM

credits: unspalsh

Anche il paese del sud-est asiatico ha inaugurato recentemente una prima linea di metropolitana sopraelevata nella capitale Hanoi (la 2A, o verde): non siamo soli al mondo, lo sapevamo… Ma la cosa forse più sorprendente è che in contemporanea stanno avanzando rapidamente i lavori per la linea 1 (rossa) anche nella città meridionale di Ho Chi Minh City (Saigon). In questo caso il sistema è una classica underground, con 14 stazioni, dall’iconico Mercato Bến Thành a nord sino alla stazione del bus appena oltre il Mekong: gennaio 2024 l’inaugurazione prevista.

Continua la Lettura con: Le METRO più ANTICHE del MONDO

LORENZO ZUCCHI

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.