Un GRATTACIELO ALTO metà EVEREST: il nuovo traguardo di una sfida partita da soli 16 metri

Storia e futuro del grattacielo: dai 5 piani agli 800

Credits: kason2047.pixnet.net X-Seed 4000

Grattacieli, edifici che si sviluppano in verticale e che hanno un numero notevole di piani. Oggi sono oggetto delle più grandi gare di architettura: c’è chi cerca di dargli le forme più strane e chi sceglie di giocare esclusivamente sull’altezza. Eppure è impossibile che tutto d’un tratto si sia deciso di elevare gli edifici da un piano a 15, 16, 20 e 100. Ecco la storia degli alti edifici fino a quello che sarà realizzato nei prossimi anni: 4000 metri di grattacielo.

Un GRATTACIELO ALTO metà EVEREST: il nuovo traguardo di una sfida partita da soli 16 metri

# Il primo grattacielo della storia: alto 16 metri alla fine del settecento

Credits: industrialheritagenetworks.com
Ditherington Flax Mill

Se si dicesse che l’antenato di tutti i grattacieli è un edificio di circa 16 metri di altezza, probabilmente gli attuali architetti e ingegneri riderebbero. Eppure è proprio così: è il Ditherington Flax Mill nel sobborgo di Shrewsbury, in Inghilterra. Un edificio industriale costruito nel 1797, nonché il primo con una struttura interna in ferro e per questo considerato come “il nonno dei grattacieli”.


Con un’altezza un po’ più da grattacielo, invece, il secondo edificio più alto costruito nella storia è stato l’Home Insurance Building a Chicago con i suoi 42 metri. E poi nel 1889 è arrivato un edificio tutto italiano, che sicuramente non può essere considerato un grattacielo, ma che all’epoca ha superato in altezza tutte le restanti costruzioni del mondo: si tratta della Mole Antonelliana a Torino con i suoi 167 metri.

# La gara newyorkese

Credits: empirestatebldg
Empire State Building

Con un po’ di salti temporali e di altezze, in ordine, gli altri edifici che negli anni si sono conquistati il primato di essere la costruzione più alta del mondo sono il Grattacielo Singer a New York con 186 metri di altezza, Torre MetLife sempre a New York alta 213 metri, il Grattacielo Woolworth della Grande Mela alto 241 metri e la Banca di Manhattan a Wall Street alto 283 metri. In poche parole nella Grande Mela si faceva a gara a chi costruisse l’edificio più alto. Anche gli altri due edifici più alti sono infatti newyorkesi: si sta parlando del Chrysler Building e del famoso Empire State Building, alto 318 metri.

# L’edificio più alto del mondo: 828 metri

Credits: infobuild.it
Burj Khalifa

Se negli anni poi la gara americana continuò, ad un certo punto comparvero anche la Cina, l’Arabia Saudita, il Giappone e altri stati asiatici a competere. Oggi infatti l’edificio più alto al mondo è il Burj Khalifa a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. Con i suoi 828 metri di altezza è 3 volte più alto della Torre Eiffel. In più, se si pensa a con quanti pezzi è stato costruito, questi sono così tanti da percorrere un quarto del giro del mondo. E l’acciaio usato è così tanto da costruire 5 Airbus A380.



# I futuri re delle altezze

Credits: skyscrapercenter.com
Miapolis Miami

Ma i grattacieli che si vogliono realizzare saranno molto più ambiziosi. Il primo a poter superare il Burj Khalifa sarà il Miapolis a Miami. Si tratterà di una sorta di città verticale con ristoranti, negozi, terrazza panoramica, un molo privato e ovviamente appartamenti. Sarà alto 975 metri e conterà 160 piani. A Tokyo poi si vuole provare a toccare i 1000 metri di altezza, cosa assurda per un edificio. Con 202 piani potrebbe coprire un’area 4 volte più grande il Principato di Monaco. In entrambi casi si tratta di edifici già realizzati, ma ancora non completati.

# X-Seed 4000: l’edificio che sarà alto metà dell’Everest

Credits: kason2047.pixnet.net
X-Seed 4000

Ma l’edificio ad oggi quasi impensabile e che invece è stato ben pensato è il X-Seed 4000. Molto probabilmente sarà realizzato a Tokyo e toccherà i 4000 metri di altezza. Sarà alto come una vera e propria montagna, come le nostre alpi, e poco meno della metà dell’Everest. Per costruirlo serviranno 3 milioni di tonnellate d’acciaio e sarà talmente pesante da triplicare di gran lunga il peso del Golden Gate, il ponte che unisce la Baia di San Francisco con l’Oceano Pacifico. Un edificio di 800 piani, dalla forma proprio di una montagna che si ispira al Fujiyama. Il progetto è della società Taisei Corportation e il grattacielo dovrebbe sorgere su una piattaforma galleggiante di 6,5 chilometri di diametro e potrebbe ospitare sino a un milione di persone.

Continua la lettura con: Arriva un NUOVO GRATTACIELO nella BILLIONAIRE’S ROW di New York

BEATRICE BARAZZETTI

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.