Restyling al PALAZZO di FUOCO: una nuova FACCIATA INTERATTIVA

Luci e movimento nella facciata sull'iconico palazzo di Piazzale Loreto

Credits: buildingcue.com

L’iconico Palazzo di Fuoco si affaccia su Piazzale Loreto, a Milano, fin dagli anni ’60. La sua facciata, composta da vetrate, è stata l’ispirazione che ha portato GBPA Architects, società che si è occupata della sua ristrutturazione, a renderla ancora più luminosa e interattiva.

Restyling al PALAZZO di FUOCO: una nuova FACCIATA INTERATTIVA

# Luci e colori per nuove composizioni

Credits: palazzodifuoco.it

Attraverso l’impiego della tecnologia LED, il Palazzo di Fuoco può vantare di una nuova facciata interattiva, ovvero un sistema di canaline per combinare la luce in più modi e trasmettere vari tipi di messaggi. Storicamente, il Palazzo di Fuoco è sempre stato un simbolo di comunicazione per la città e GBPA Architects ha voluto riprendere questo tema per infonderlo nel loro restyling attraverso colori, trasparenza e relazione diretta con i cittadini. L’aspetto dell’edificio, costruito originariamente in cemento armato, rimane inalterato, ma ora sarà in grado di offrire spettacoli di luce, apprezzabili soprattutto di notte.


# Curiosità sulla facciata interattiva

Credits: milanoevents.it

Tecnicamente, la nuova facciata viene definita una “curtain wall”, composta da una serie di lastre trasparenti fissate su una struttura di alluminio. Le barre di luce, che permetteranno di creare vari spettacoli e composizioni luminose, passano ai lati di queste lastre e sono state pensate per garantire comunque il massimo risparmio energetico, sicurezza e funzionalità. Tra le composizioni di base, il sistema permette di mostrare l’orario nell’area centrale oppure, sul lato destro, c’è la possibilità di far apparire un termometro che mostra la temperatura esterna. Tuttavia, una delle composizioni più articolate e originali riguarda la scritta “I love Milano”, con il “love” rappresentato da un grande cuore rosso.

Fonte: buildingcue.it

Continua a leggere con: Il PALAZZO che CAMMINA sulle ZAMPE

MATTEO GUARDABASSI



Riproduzione vietata ai siti internet che commettono violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.