Lo SKYBRIDGE più grande del mondo: il GRATTACIELO ORIZZONTALE a 250 metri di altezza

La particolarità del nuovo complesso di edifici è il Crystal, un grattacielo orizzontale posizionato a 250 metri di altezza

credits: xataka IG

Il Raffles City Chongqing è il complesso edilizio polifunzionale inaugurato in Cina, il 30 maggio 2020, nella città di Chongqing. Tutti però lo conoscono con il nome di “grattacielo orizzontale” per via del lungo corridoio trasparente, sospeso a 250 metri d’altezza, posto proprio in posizione orizzontale. Scopriamo insieme questa struttura che ha cambiato definitivamente lo skyline della città.

Lo SKYBRIDGE più grande del mondo: il GRATTACIELO ORIZZONTALE a 250 metri di altezza

# Il Raffles City: il complesso di edifici che sorge in uno dei più importanti centri finanziari

credits. intercontinental IG

Il complesso di edifici sorge al centro di uno dei più importanti centri finanziari di riferimento dell’intero Paese, un tempo ricco polo commerciale e punto di attracco per le flotte mercantili cinesi. Gli edifici si trovano infatti proprio nel punto in cui due corsi d’acqua, il Fiume Azzurro e il Jialing, confluiscono.


Ci sono voluti sette anni per costruire il Raffles City, nemmeno così tanti se consideriamo l’imponenza e la complessità del progetto. Si tratta infatti di otto grattacieli: due, alti 350 metri, posizionati centralmente e altri sei, alti invece 250 metri, disposti in modo allineato dietro i primi.

# I palazzi che, come vele di una nave, spingono in avanti la città

credits: xataka IG

Tutti i palazzi sono leggermente ricurvi, in modo da richiamare la forma delle vele di un’imbarcazione e trasmettere il significato ideale di una spinta in avanti della città.

Gli otto edifici ospitano, tra le altre cose, un enorme centro commerciale, un lussuosissimo hotel e 1400 appartamenti. Il progetto ricopre in totale 1,12 milioni di metri quadri, per un costo di circa 3,8 miliardi di dollari e, come tutti i progetti architettonici di ultima generazione, presta anche attenzione all’ambiente. Le facciate sono infatti ricoperte da giardini d’inverno e i palazzi dotati di sistemi di riciclo delle acque e sensori per il rilevamento della qualità dell’aria.



# Lo Skybridge offre una vista mozzafiato

credits: arrchitecture IG

Ma la vera ciliegina sulla torta è il Crystal, ribattezzato anche grattacielo orizzontale. Si tratta di una piattaforma panoramica che, partendo dal tetto degli edifici più bassi, si erge fino a 280 metri d’altezza e corre per 300 metri attraversando quattro palazzi.

Il grattacielo orizzontale ha un pavimento di vetro trasparente ed offre una vista mozzafiato sulla città e sulla convergenza dei fiumi. Lo skybridge è quasi un’estensione del piano strada e per realizzare solo l’esterno ci sono voluti circa 3mila pannelli di vetro e quasi 5mila di alluminio.

La piattaforma accoglie anche diversi servizi tra cui due piscine, numerosi punti ristoro, spazi per eventi e giardini, di notte inoltre irradia dei fasci di luce per ricreare spettacoli di forme e colori.

# Un simbolo di ripartenza dopo il Covid

credits: engineeringandarchitecture IG

Il grattacielo orizzontale è sicuramente una sfida vinta per i due artefici del progetto: CapitaLand, una delle più importanti società immobiliari asiatiche, che l’ha commissionato e l’architetto israeliano-canadese Moshe Safdie.

Inaugurato subito dopo la fine dell’isolamento dovuto alla pandemia, il Crystal è sicuramente la prima grande attrazione lanciata nella città di Chongquing e, come ha affermato il presidente del gruppo CapitaLand dopo l’inaugurazione, “la risposta entusiasta del pubblico è un incoraggiante segnale di ripresa del sentimento dei consumatori”.

Leggi anche: La COBRA TOWER: il grattacielo a forma di SERPENTE 

CHIARA BARONE

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.