Le SUITE dentro ai SASSI: si tornerà a dormire come nell’età della pietra?

Dall'hotel a un quartiere di pietra: il nuovo orizzonte per le case del futuro?

Credits: @davitjilavyan

Il rientro delle vacanze per molti significa il trauma di dover cercare casa. O di lottare con affitti alle stelle o con monolocali da disagiati. In tutto il mondo ci si sta ingegnando per risolvere il problema delle case, utilizzando ciò che già offre la natura. Tra questi Davit e Mary Jilavyan, due fratelli che hanno ideato Dolmen Shelter: un hotel fatto di sassi dove si torna indietro nel tempo. Che sia un’idea realizzabile anche per le case?

Le SUITE dentro ai SASSI: si tornerà a dormire come nell’età della pietra?

# Il progetto

@davitjilavyan

Stanno passeggiando per le strade vicine a casa loro quando Mary e Davit vedono un paesaggio fatto da tre pietre giganti. Ecco come nasce l’idea di un hotel boutique con camere a forma di pietra.


Il progetto immagina un mini-hotel di 45 mq circa su 120 mq dell’esterno del sito, con almeno tre piccole suite per gli ospiti.

L’idea è di allontanarsi dai progetti di case moderne che danno la priorità a forme geometriche e futuristiche, concentrandosi invece su forme più organiche come quelle della pietra.                                                         

Dolmen Shelter parte dall’idea che la natura sia l’unica capace di creare perfezione e che gli uomini possano imparare da essa.



Ogni suite a forma di pietra è in cemento armato e rivestita con intonaco per imitare la pietra naturale. Finestre molto piccole imitano l’atmosfera di una grotta.

# Da dove deriva il nome

ll dolmen, da cui l’hotel prende il nome, è una tomba megalitica prestorica a camera singola.

L’idea di utilizzare l’illuminazione rossa tra le stanze nasce dal desiderio di ricreare il mistero che caratterizza gli antichi dolmen.                                    

Come scrive lo stesso Davit su instagram “la loro alienazione da tutto il resto è ipnotizzante, attirano le persone. Quindi abbiamo voluto dare ai nostri edifici alcune di queste caratteristiche”.

@davitjilavyan

# Un interno minimalista

@davitjilavyan

I mobili semplici e minimalisti offrono abbastanza per vivere comodamente ma senza eccessi. L’obiettivo è quello di ricreare l’atmosfera di una caverna, luogo in cui vivevano tutti i nostri antenati; un esempio di come le cose necessarie per vivere a proprio agio siano poche e sicuramente meno di quelle che utilizziamo ora.

# Un quartiere di pietra: il nuovo orizzonte per le case del futuro?

Spesso dal passato si trovano le idee per risolvere problemi per il futuro. Il progetto Dolmen Shelter è per ora solo rendering immaginario che i due sperano un giorno di vedere realizzato dai loro amici nel campo dell’edilizia.

L’obiettivo è quello di utilizzare la natura come nei tempi passati, come luogo che fornisce l’habitat dove vivere. Si potrebbe immaginare di realizzare anche a Milano un quartiere di sassi, per rivivere sensazioni da età della pietra?

Continua la lettura con: Questo è l’HOTEL più ANTICO del MONDO: quando è nato a Milano c’erano i LONGOBARDI

ARIANNA BOTTINI

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/