L’Analemma Tower: il GRATTACIELO CAPOVOLTO, sospeso nel cielo, itinerante nell’orbita terrestre

Un grattacielo sospeso in aria senza alcuna base a terra

Credits: cloudas.com Analemma Tower

Un progetto al limite dell’impossibile, così ambizioso da non poterci credere. Clouds Architecture Office ha ideato un grattacielo altissimo, la cui altezza esce addirittura dall’atmosfera terrestre. Ad aumentare la straordinarietà del progetto, il grattacielo sarà posizionato a testa in giù, sospeso in aria senza alcuna base, o almeno, senza alcuna base attaccata al suolo. Ecco di cosa si tratta.

L’Analemma Tower: il GRATTACIELO CAPOVOLTO, sospeso nel cielo, itinerante nell’orbita terrestre

# Un grattacielo itinerante nell’orbita terrestre, appeso ad un asteroide

cloudas.com
Analemma Tower

Si chiama Analemma Tower ed è il progetto di Clouds Architecture Office (Clouds AO), uno studio che sfrutta la ricerca e la progettazione legate al design per poter realizzare progetti di più alto grado. L’idea per Analemma Tower è venuta nello specifico ad Ostap Rudakevych, Masayuki Sono e Kevin Huang, tre progettisti che dopo molti studi hanno capito che costruire un grattacielo a testa in giù attaccato ad un asteroide nell’orbita terreste si può fare.


Sì, il grattacielo ideato dal Clouds AO dovrebbe essere posizionato su un piccolo asteroide in orbita sopra la Terra, o meglio, come spiegano i progettisti, “è possibile far scendere un cavo ad alta resistenza verso la superficie terrestre da cui sospendere una torre altissima”.

Il grattacielo sarebbe attaccato quindi a questi cavi e da terra lo si vedrebbe semplicemente sospeso in aria. Il fatto di poterlo attaccare ad un asteroide fa sì che l’Analemma Tower possa essere costruita ovunque e poi posizionata dove meglio si crede. Il grattacielo sarebbe collocato in un’orbita che gli consentirebbe di viaggiare tra l’emisfero settentrionale e quello meridionale con un ciclo giornaliero.

# Una vita da astronauta a 32km di altezza

cloudas.com
Analemma Tower

Se Analemma Tower dovesse vedere la luce per la sua realizzazione, significa che siamo arrivati a progetti così ambiziosi che la mente dell’uomo non può più essere fermata. Clouds AO crede che gli edifici possano svilupparsi ad un’altezza infinita, non c’è quasi limite alla loro costruzione: porli nel cielo significa poter disporre di spazio illimitato. 



La torre sarebbe completamente autosufficiente: grazie ad un rivestimento in pannelli solari ricaverà energia e il sistema dell’acqua sarà un circuito chiuso che riciclerà l’acqua piovana. Se a livello di progettazione non c’è limite all’altezza dei grattacieli, i 32km di altezza che si erano pensati per Analemma Tower potrebbero incontrare qualche problema: “se da un lato può essere utile avere 45 minuti di luce in più a 32.000 metri di altezza, dall’altro la percezione del vuoto e una temperatura che raggiunge i 40°C sotto lo zero impedirebbero alle persone di uscire senza una tuta protettiva” dicono i progettisti. Significa dover vivere come degli astronauti.

Continua la lettura con: Terminata la COSTRUZIONE del GRATTACIELO più SOTTILE del MONDO

BEATRICE BARAZZETTI

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/