I segreti delle GRANDI INSEGNE dei grattacieli di CityLife

Il trittico di CityLife visto da vicino: occhio alle insegne

credits: @m_a_r_k_m_a_i_l_a_n_d IG

Milano, la città dei grattacieli. In particolare, il trittico di CityLife presenta alcune singolarità che donano un valore aggiuntivo agli edifici e che potrebbero essere sfuggite ai milanesi più indaffarati. Andiamo a scoprirle insieme al noto sito Grattacielimilano.it

I segreti delle GRANDI INSEGNE dei grattacieli di CityLife

# Il grattacielo con il cappello rosso

credits: @m_a_r_k_m_a_i_l_a_n_d IG

L’insegna del grattacielo più imponente della città, quella di Torre Generali. Chiamata simpaticamente “Red Hat”, o cappello rosso, occupa l’intera lunghezza dell’edificio, di circa 140 metri, e lo abbraccia su tutti i lati.


Alta 15 metri, l’insegna rosso acceso non è direttamente ancorata al tetto del grattacielo, ma è sospesa in aria grazie ad un’intricata impalcatura di acciaio con elementi tridimensionali che la sorregge. L’effetto ottenuto è decisamente scenografico in quanto sembra volare e ondeggiare al di sopra dell’edificio.

Un’insegna che di certo non passa inosservata ed è anche stata vittima di polemiche in quanto molti milanesi si sono pronunciati delusi dal suo posizionamento, considerandolo addirittura un “pugno in un occhio” non solo per il colore brillante, che stona accanto all’insegna elegante e soft di Allianz, ma anche per la scelta di sospendere l’insegna a mezz’aria, spezzando così l’eleganza dell’intero edificio.

# Torre Allianz, il più alto d’Italia con la Madonnina sul tetto

credit: grattacielimilano.it

Accanto alla Torre Generali troviamo la Torre Allianz, attualmente l’edificio più alto di tutta Italia con i suoi 209 metri. La sua insegna, considerata più elegante per la forma, il posizionamento e il colore rispetto a quella della Torre precedente, conta una lunghezza di 35 metri e un’altezza di 8 ed è posta su entrambi i lati dell’edificio. La particolarità di questo grattacielo che forse non tutti conoscono, è che proprio in cima è stata posta la quarta copia della Madonnina del Duomo, come per dargli il ruolo di protettore di CityLife.



La tradizione, infatti, vuole che sia la Madonnina a dominare sulla città e così sono state poste diverse copie e posizionate sui tetti dei grattacieli più importanti.

Leggi anche: le 4 madonnine di Milano

# La Torre Libeskind è multicolor

credits: @cinziatibe
IG

La nuova arrivata. L’insegna del PwC è stata completata il 4 marzo 2020 e posizionata nella parte frontale dell’edificio. La torre è chiamata anche Libeskind, mantenendo quindi il cognome del suo architetto Daniel Libeskind, ed è alta 175 metri. Anche in questo caso quello che balza all’occhio è l’insegna, anche se risulta essere significativamente più piccola rispetto alle sue compagne accanto. Inoltre, ha un elemento aggiuntivo che le altre insegne di CityLife non possiedono: la multicromaticità.

Semplice, colorata ma comunque d’effetto.

Fonte: Grattacielimilano.it

Continua a leggere con: CityLife allo sprint finale: via libera all’ULTIMO GRATTACIELO. Ecco come sarà lo SDRAIATO

SELENE MANGIAROTTI

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità