I nuovi GRATTACIELI a MATITA di New York. E se li portassimo a Milano?

Edifici da record che sembrano sfidare le leggi della fisica fino a raggiungere limiti che si pensavano impossibili

credits: corriere della sera

The sky is the only limit”, tradotto “Il cielo è l’unico limite”. Sembra essere questa concezione ad ispirare lo skyline new yorkese che si presenta al mondo con un rivoluzionario progetto: un grattacielo che ricorda in tutto e per tutta una grossa matita.

E se un grattacielo simile venisse costruito anche a Milano?


I nuovi GRATTACIELI a MATITA di New York. E se li portassimo a Milano?

# Il grattacielo-matita

credits: @reno_miles

Il suo nome è 432 Park Avenue, ma gli statunitensi lo chiamano “Pencil Towers” ed è i nuovo grattacielo di New York che sembra proprio fendere le nuvole. Progettato da Raphael Viñoly e ispirato a un secchio per la carta di Josef Hoffmann, questa costruzione appare caratterizzata da un design minimalista e privo di decorazioni. A compensare la facciata un po’ blanda dell’edificio tutto specchi, è la sua terribile altezza: 425 metri che si affacciano sul Central Park di New York. Diventa, così, l’edificio residenziale più alto del mondo.

# Perché è così INNOVATIVO?

credits: Forbes Italia

La sua innovazione la ritroviamo proprio nella sua altezza. I lotti di terreno della Grande Mela sono ormai esauriti da tempo e, quindi, per compensare l’assenza di spazio terreste, si è pensato bene di usare quello sopra le nostre teste. Così nascono i Pencil Towers, edifici dalla base squadrata e ridotta (i lati larghi solo 23 metri) che si innalzano verso il cielo creando l’immagine di tante matite messe una accanto all’altra.

# Milano, la città perfetta per questo progetto

credits: radio deejay

Stefano Boeri, urbanista e architetto che si è occupato di numerosi progetti, tra cui il Bosco Verticale, afferma che “esistono città costituite per la maggior parte da grattacieli e nel mondo nascono ogni giorno grattacieli innovativi. La tendenza a costruire edifici alti c’è sempre stata”. Milano è proprio una di queste, dove il suo skyline è ciò che caratterizza il paesaggio milanese. Rappresenterebbe la città italiana perfetta per la costruzione di questo edificio, magari prendendo spunto da New York per posizionarlo davanti al Parco Sempione. Vista spettacolare sul verde garantita.



Continua a leggere con: Arriva un NUOVO GRATTACIELO nella BILLIONAIRE’S ROW di New York

SELENE MANGIAROTTI

Riproduzione vietata a chi commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.