I GIARDINI VERTICALI di Milano

A Milano si possono ammirare diversi palazzi ricoperti di verde. Scopriamo dove

Credits: @ cmitam IG

Camminando con passo incalzante e guardando il cellulare, spesso ci perdiamo alcune chicche che la nostra città custodisce. Dai palazzi più antichi, ai nuovissimi grattacieli, da quelli con le forme più strane a quelli ricoperti d’edera. Esatto, a Milano non esiste solo il Bosco Verticale di Boeri, ma anche tantissime palazzine meno conosciute e più nascoste che, ricoperte di rampicanti, offrono uno spettacolo davvero magico. Ecco una lista di qualche edificio verde milanese dall’aspetto incantevole.

I GIARDINI VERTICALI di Milano

# Il fascino unico di Villa Mozart

credits: milanoguida IG

Iniziamo con la più celebre: Villa Zanoletti, oggi conosciuta come Villa Mozart. Palazzo déco e sede della maison di alta gioielleria Giampiero Bodino, la villa è davvero un giardino verticale d’altri tempi, ricoperto interamente di edera.


L’edificio fu costruito nel 1926 dall’architetto Aldo Andreani e si trova dietro ai Giardini di via Palestro. Da qui inizia il Quadrilatero del Silenzio, un’oasi dove la frenesia della città sembra spegnersi.

L’edera dona alla palazzina un fascino unico e, come affermato dall’architetto Cino Zucchi, “Se la fitta pianta rampicante cela alla vista la sua raffinata architettura, essa ne prende inevitabilmente la forma, diventando una magnifica sintesi tra artificio e natura”.

# Lo Spirito di Milano in una location quasi bucolica

credits: spiritdemilan IG

Proseguiamo con un luogo del tutto diverso: lo Spirit de Milan. Si tratta di un’ex-struttura industriale riqualificata e riconvertita in uno spazio di aggregazione, dove si può mangiare e ballare. Un posto da segnarsi per quando finirà questa pandemia, per ritornare a godersi una bella serata con gli amici in un posto che, come suggerisce il nome, racchiude il vero spirito di Milano.



Lo spazio si sviluppa sia al chiuso, che all’aperto, ed è proprio qui che l’edera rampicante, che ricopre buona parte del palazzo, rende l’atmosfera quasi contadina tanto che non sembra nemmeno di trovarsi a Milano.

# Il giardino segreto del Centro dell’Incisione

credits: modalitademonde IG

Spostandosi lungo il Naviglio Grande, si può ammirare lo splendido giardino interno del Centro dell’Incisione. Il Centro si trova all’interno di Palazzo Galloni, residenza di un’antica famiglia borghese del ‘600.

Bisogna attraversare un piccolo corridoio buio, per arrivare al meraviglioso giardino segreto. Bastano infatti pochi passi per trovarsi nel cortile interno, verde e rigoglioso, dove la prima cosa da fare è alzare gli occhi per ammirare le pareti dell’edificio, quasi interamente ricoperte dai rampicanti.

# Il continuo incontro tra natura ed architettura

credits: disciules.it

Ci sono poi splendide palazzine ricoperte di rampicanti in via Maino, in via Aldobrandini, in via Tortona e in tantissimi altri angoli nascosti della città, tanto che sarebbe impossibile menzionarle tutte.

I meravigliosi edifici ricoperti di edera sono un meraviglioso esempio di come natura ed architettura convivano e si incontrino continuamente, anche in una metropoli come Milano.

Continua a leggere: La CASA di via Quadronno, il primo BOSCO verticale di Milano 

CHIARA BARONE

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.