7 COSE di Milano che potrebbero ROVINARE le ARCHISTAR del futuro

Non sempre i progetti degli architetti più famosi sono sinonimo di bellezza. Anzi potrebbero essere loro i primi a danneggiare il patrimonio storico, artistico e naturale della città. Ecco la nostra lista delle cose più a rischio a Milano


Non sempre i progetti degli architetti più famosi al mondo sono sinonimo di qualità e bellezza. Anzi potrebbero essere loro i primi a danneggiare per sempre il patrimonio storico, artistico e naturale della città. Ecco la nostra lista delle cose più a rischio a Milano.

7 COSE di Milano che potrebbero ROVINARE le ARCHISTAR del futuro

#1 Copertura dei navigli

Visto che alla fine la riapertura dei Navigli risulterà impraticabile e costosa, gli archistar del futuro potrebbero coprirli totalmente realizzandoci sopra una strada pedonale o una ciclabile con materiale innovativo.


Leggi anche: la riapertura dei Navigli

#2 Scalo di Porta Romana cementificato

Nessun filo d’erba previsto, ma solo grattacieli, piazze e strade per non lasciare alcun spazio alla natura e consentire all’inquinamento di avanzare senza sosta.

#3 Distruzione di palazzi d’epoca 

Credits: wikipedia.org – Casa Galimberti

Palazzo Marino, Palazzo Clerici, Casa Galimberti, Palazzo Giureconsulti, Palazzo Serbelloni, Villa Invernizzi alcuni dei palazzi che sarebbero a rischio.



#4 Riurbanizzazione di Brera secondo canoni modernisti

Abbattimento di tutte le costruzioni storiche del quartiere più bohémien di Milano per ricostruirle in ottica modernista e funzionale.

#5 Distruzione dei resti romani per motivi etnici

Milano conserva numerose tracce dell’epoca romana, lasciti anche di quando fu capitale dell’Impero Romano d’Occidente, come i resti dell’anfiteatro, del palazzo imperiale o delle terme erculee che furono le più estese dell’antica Mediolanum. La storia è fatta spesso di estremismi opposti. Si potrebbe passare dalla distruzione del Vivaio Riva per ridisegnare il vecchio anfiteatro a un rifiuto di tutto ciò che non è ritenuto autoctono. 

Leggi anche: il parco più inaccessibile del mondo

#6 La distruzione di tutte le costruzioni fasciste per motivi ideologici 

Credits: lombardiabeniculturali.it – Tribunale di Milano

Dalla Stazione Centrale al Palazzo di Giustizia, dall’Arengario al Palazzo dell’Arte della Triennale, nessuna verrebbe risparmiata.

Leggi anche: 50 sfumature di nero: opere della Milano fascista 

#7 Edificazione di un grattacielo orribile che rovina lo Skyline

L’occasione di costruire un nuovo grattacielo potrebbe essere ghiotta per deturpare il paesaggio e lo skyline costruito in anni di fatica dalla città.

Continua la lettura con: 5 grattacieli visionari per Milano

MILANO CITTA’ STATO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

Milano, cosa aspetti?

Milano Città Stato: l'unica strada per diventare una Città Mondo#milanocittastato #rinascimilano #rigeneralitalia #diciamosìalfuturo

Publiée par Milano Città Stato sur Mardi 2 juin 2020

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato