La strada che produrrà energia

Presto sarà possibile ottenere energia rinnovabile dalla Route 66. E’ questa la promessa del Dipartimento dei Trasporti del Missouri, che da qualche tempo sta collaborando con Idaho, lo Stato americano dove ha sede la start-up Solar Roadways.

IL PROGETTO è quello di coprire con dei pannelli solari che generano elettricità la pavimentazione un numero non ancora precisato di km della storica Route 66 a Conway, nel Missouri.

Il leader del progetto, Tom Blair, ha recentemente annunciato il suo desiderio di avere i pannelli pronti entro la fine di questo anno, cioè prima delle nevicate invernali.

Interessante il modo per realizzare il progetto: Blair ha pensato ad una campagna di crowdfunding atta a raccogliere altri fondi necessari per realizzare questo progetto.

I FONDI. Nel 2009, il team di Solar Roadways ha ricevuto una sovvenzione di $ 100.000 dalla Federal Highway Administration per aiutarli a costruire un prototipo. L’azienda ha inoltre ottenuto una borsa di ricerca del valore di $ 750.000 dal Dipartimento dei Trasporti statunitense. Oltre a questo, il gruppo ha già raccolto 2 milioni di dollari con la propria campagna di crowdfunding su Indiegogo.

LA TECNOLOGIA. Rivestiti di un sicuro vetro temperato, i pannelli di Solar Roadways faranno molto più che immagazzinare energia dal sole.
Essi sono stati pensati per fornire illuminazione LED e sostituire efficacemente le linee stradali e della segnaletica.
Dal momento che i pannelli sono modulari, la Solar Roadways afferma che sostituire le sezioni danneggiatesarà meno costoso e fastidioso anziché  ri-pavimentare interi tratti di strada con asfalto tradizionale.

Mentre le strade coperte di pannelli solari sono state criticati da alcuni, i progetti provenienti da altre parti del mondo hanno prodotto alcuni risultati ottimistici.

(Fonte: Solarroadways )