Le 10 cose più sottovalutate di Milano

La città della moda vive di ciò che è di moda. Ma cosa ci facciamo con quello che è fuori moda?

LE 10 COSE PIU’ SOTTOVALUTATE DI MILANO

 

#1. La nebbia

Quella di Londra è considerata un cult. Quella di Milano viene presa in giro da mezza Italia. Invece è simpatica e, purtroppo, è in via di estinzione.

 

#2. Il museo di storia naturale

Spesso lo si confonde con quello della Scienza e della Tecnica. E viceversa. Sul tetto c’è un ristorante ma nessuno lo sa.

 

#3. Il museo archeologico

In pieno centro a Milano, in corso Magenta, è una wunderkammer dell’antichità che detiene il primato di possedere una rarissima coppa in vetro la cui lavorazione è ancora oggi un segreto. Ci sono più custodi che visitatori.

 

#4. San Maurizio al Monastero Maggiore

Un gioiello. E’ la cappella sistina milanese. Ovunque sarebbe la più grande attrazione della città tranne che a Milano.

 

#5. Il bosco in città

Non si sa esattamente dove sia. Che cosa sia. Nessuno c’è stato.

 

#6. Il cavallo di Leonardo

La statua in bronzo più grande del mondo. L’hanno messo all’ippodromo. Come un cavallo qualsiasi.

 

#7. Le scuole civiche del Comune

Sono molto meno noiose di quello che dice il nome. Due esempi: la Civica Scuola di Musica e la Civica Scuola di Cinema.

 

#8. Il fare cinema a Milano

Roma, Torino, perfino la Puglia. Ovunque si fa cinema. Ma certe atmosfere si possono trovare solo a Milano.

 

#9. Il museo della Scienza e della Tecnica

Ci sono le ricostruzioni delle macchine di Leonardo, un sommergibile e un sacco di attrazioni intriganti. Però lo si scopre solo quando ci fanno le feste.

 

#10. La bellezza della città

Molti sostengono sia brutta. Parlano per sentito dire. L’attraversano senza guardarla negli occhi. Altrimenti se ne innamorerebbero all’istante.

Foto cover: Flickr