Le migliori APP per visitare o muoversi a Milano

Niente più guide cartacee per visitare la città, oggi chi viene a Milano non ha che l’imbarazzo della scelta digitale!
Nella selva di proposte free e a pagamento abbiamo scelto queste 7.

APP PER VISITARE MILANO

#1 WELC MAP

welc-mapVisitare Milano ora più che mai sarà un’esperienza AUMENTATA, grazie alla nuovissima WELC MAP in realtà aumentata, sviluppata dall’agenzia creativa Spam Concept e distribuita gratuitamente nel capoluogo lombardo in 300.000 copie. E’ la prima mappa che unisce carta e digitale in uno strumento che ha tutta l’aria di non essere solo utile, ma anche divertente. Si tratta di una cartina vera e propria che invita a scoprire i luoghi in modo interattivo. Occorre inquadrare la mappa e grazie ad una specifica APP (disponibile per iOS e Android) i luoghi d’interesse prendono vita con la possibilità di approfondire e visualizzare tutta una serie di informazioni utili. Realizzata con il contributo di Regione Lombardia, questa mappa potete trovarla nelle Stazioni ferroviarie o in altri punti strategici come gli Info Point del Comune o gli shuttle bus di Malpensa, Orio al Serio e Linate, le biglietterie Trenord, i Radio Taxi, in 400 hotel e altri locali selezionati.

#2 VISITMILANO

visit-milanoPer i più tradizionalisti c’è invece la App ufficiale gratuita (per iOS e Android) del Comune di Milano, VisitMilano. Realizzata da Vodafone e lanciata quest’estate, racchiude tutti i contenuti del sito turismo.milano.it. Eventi, percorsi, informazioni, possibilità di prenotare taxi, ristoranti, hotel o di scaricare biglietti dell’autobus, tutto quello che si può trovare sul sito ufficiale del turismo a Milano, è in questa applicazione. Niente di veramente emozionante, ma comunque utile e “ufficiale”. Ha avuto il suo momento magico durante la Milano Fashion Week, quando la città era tutta un fermento di eventi, serate, presentazioni, feste e per chi ha usato la App, le cose sono andate più lisce!

#3 DUOMO MILANO

duomo-milanoMilano è il suo Duomo e viceversa e non poteva non esserci una super App tutta dedicata a questo straordinario monumento. Nata in occasione di Expo 2015, la APP ufficiale del Duomo è scaricabile gratuitamente in nove lingue. Piacciono in particolare gli iBeacon, dispositivi che inviano allo smartphone schede interattive sui luoghi di interesse che si sta visitando. Altro contenuto che piace è la realtà aumentata dello skyline milanese che si può ammirare dalla terrazze del Duomo.

#4 MILANO GUIDA VERDE TOURING

milano-guida-verde-touring 

 

Questa è la App sviluppata dal Touring Club italiano per i veri nostalgici della vecchia e fedele guida dalla copertina verde. Diciamocelo, la guida cartacea era destinata ai più esigenti, con tutte le sue descrizioni storiche, artistiche, culturali. La App invece si è fatta più democratica e contiene anche 28 itinerari pedonali e automobilistici; 272 segnalazioni di monumenti, aree verdi, vie e quartieri da visitare; 199 soluzioni per dormire; 401 indirizzi per fare shopping; 74 schede su storia, cucina, letteratura, cinema, musica riferite alla città.

APP PER MUOVERSI A MILANO

#1 CITYMAPPER

citymapperInserendo dove siete e dove vole andare la App vi offre tutte le opzioni, da quelle solo con mezzi pubblici a quelle miste, mezzi pubblici e a piedi, ai percorsi solo pedonali. Manca solo il teletrasporto.

#2 ATM MILANO

atm-milanoFondamentale per comprare biglietti on line, sapere quali opzioni di trasporto si hanno in un determinato punto della città. Utile anche per chi gira in macchina in quanto segnala presenza di parcheggi o aree sosta.

#3 BikeMi

bikemiNaturalmente in una città piatta come Milano non si può prescindere dal pensare di girarla in bicicletta. Dopo Londra, Milano è la città dove questo servizio funziona meglio ed è più diffuso. Accusato di essere in crisi, il sistema in realtà sta rispondendo a una domanda sempre crescente, dunque non resta che auspicare più piste ciclabili per una città sempre più ecologica e verde!

CONDIVIDI
Articolo precedentePrima i Lombardo-Veneti. Poi i Verdi
Articolo successivoAperitivo multicolore a Lelephant
Francesca Spinola
Francesca Spinola. Giornalista, mamma di due teenagers, collaboro con la  Turner Television come Compliance Video Editor. Una tesi di laurea in Senegal, un’avventura da corrispondente estero dalla Libia, tanti anni da freelance con servizi dall’Africa, dal Brasile, dalla Turchia, pubblicati su diverse testate, dal Time Magazine a Vanity Fair, dall’Espresso a Repubblica, al Tempo e via così. Una passione per i viaggi, romana di nascita, cittadina del mondo, milanese d’adozione.