50 sfumature di rosso (alla milanese)

Rosso.
Per antonomasia il colore della passione, del coraggio e del pericolo, del divieto, dell’azione, dell’errore corretto sul compito dalla maestra, del potere imperiale, del “fare attenzione”, del calore e dell’addizione.
Ma sulla scena politica il rosso ha una connotazione ben precisa e richiama ideali di uguaglianza, comunità, fratellanza e unità.
C’è chi dice che i veri comunisti non esistono più, chi dice che alcuni ambienti ne sono pieni, chi sostiene che mangino i bambini e chi li vede spesso sugli yacht. Comunque a Milano, una città così ricca, vasta e ricettiva, il rosso trova senz’altro spazio più di una sfumatura.

Ecco quindi i luoghi, i locali e gli spazi storici, dove più che altrove è possibile sentirsi tutti dei “compagni milanesi“.

#1 Il Bitte
#2 Il Toilet Club
#3 Circolo Leoncavallo (luogo cult dei punkabbestia)
#4 Casa Loca
#5 Lambretta
#6 Officina beni comuni
#7 Macao
#8 Laboratorio Piano terra
#9 Centro sociale Vittoria
#10 Circolo Magnolia
#11 Sede storica del PD in Corso Garibaldi
#12 Lampungnano (sede storica delle feste dell’Unità)
#13 Palazzo Marino
#14 Piazzale Loreto, simbolo di rivolta dei partigiani
#15 Piazza XXV Aprile
#16 Chinatown (Via Paolo Sarpi)
#17 Colonne di San Lorenzo
#18 Consolato Generale della Federazione Russa a Milano
#19 Sedi CGIL
#20 Casa della Sinistra
#21 Circolo ARCI Bellezza
#22 ArciCorvetto
#23 Circolo ARCI Metissage
#24 Circolo Primo Maggio
#25 Zam
#26 Cantiere
#27 Frida
Ma il rosso di Milano prosegue, con differenti luoghi che pur non avendo un’anima politica così appariscente fanno del rosso il loro tratto caratteristico.
#28 I tetti in coppi di Milano vista dall’alto
#29 Il tramonto sui navigli all’ora dell’aperitivo
#30 Il museo della memoria
#31 Gli alberi dei giardini, quando d’autunno si tingono di rosso
#32 Le 500 di enjoy che girano per la città
#33 Rosso Valentino, RGB 237;70;62 (colore di bandiera del grande stilista italiano che con Milano ha un rapporto particolare)
#34 Il sipario della Scala
#35 Via Croce Rossa (anche per via del monumento a Petrini)
#36 Il rosso palazzo Deloitte (in via Tortona)
#37 Brera (un tempo distretto a luci rosse)
#38 Viale Zara (quartiere a luci rosse poi dopo)
#39 Il colore predominante nel quartiere Bicocca
#40 Alessandro Rosso
#41 Enoteca E….Brezza (in Isola, vanta un’ottima selezione di rossi)
#42 Sesto San Giocanni
#43 Le Feltrinelli/RED
#44 Il Milan dei rossoneri
#45 I mattoni della Darsena
#46 Linea M1
#47 Frecciarossa e Italo, le metropolitane d’Italia con fermate a Milano
#48 Pizzeria ROSSOPOMODORO
#49 Chiesa rossa (Fermata della metro e biblioteca rionale in mezzo ai giardini)
#50 Bar Basso (dove fu “scoperto” per la prima volta il Negroni sbagliato, super red)

Emanuele Montiglio

Arianna Ricotti

CONDIVIDI
Articolo precedenteLungo il Cammino di Santiago nasce il migliore skatepark del mondo
Articolo successivoQuarto Oggiaro sfida Versailles
Arianna Ricotti
Dopo la mia Laurea presso la University of Essex in Lingue Straniere ho deciso di tornare nel mio paese di origine e di essere contraria al flusso migratorio dei cervelli in fuga. Dopo una prima repulsione, al rientro ho imparato ad amare nuovamente la mia città e di dedicarmi a lei nel tempo libero. Per hobby faccio parte del Direttivo dell’Associazione VIVAIO, per lavoro organizzo congressi internazionali. Oltre a Milano, le mie passioni sono la street dance, il surf, i viaggi mistici e le lingue straniere.