10 modi per mantenersi in forma a Milano senza andare in palestra

Con l’arrivo dell’estate diventa ancora più triste rinchiudersi in palestra. Per chi vuole restare in forma in modo creativo Milano offre molte opportunità. Ne abbiamo scelte 10. Da praticare in successione per chi parte da zero e vuole arrivare a una forma perfetta.

10 tappe per rimettersi in forma a Milano senza andare in palestra

#1. Fare la coda a Luini

Un buon punto di partenza per chi è giù di forma. La coda è lunga e consente lo svolgimento di attività a basso contenuto calorico, come saltelli e piegamenti. Alla fine della coda, per non vanificare l’allenamento prendere solo una bottiglietta d’acqua, senza panzerotto.

#2. Parcheggiare la macchina appena si trova un posto libero

Le auto a Milano sono tutte in cerca del parcheggio. Invece di divertirsi al gioco del parcheggio, continuando a girare e girare fino a trovarne uno il più vicino alla destinazione, per tenersi in forma bisogna rinunciare. Al primo spazio libero che si trova dopo aver messo in moto si deve parcheggiare subito. Proseguendo il resto del tragitto a piedi.

#3. Andare in cerca del pannello con gli arrivi alla stazione Centrale

Per chi vuole qualcosa di più eccitante di skateboard e rollerblade fuori dalla Stazione Centrale, può provare ad entrare e mettersi in cerca nei diversi piani dove si trova il pannello con i treni in arrivo.

#4. Chiedere un documento qualunque alla motorizzazione civile

Meditazione zen, controllo del respiro come nello yoga, audacia come nel free-climbing: tutto questo e di più è offerto negli uffici della motorizzazione. E’ un po’ scomoda, dalle parti di Molino Dorino, ma è un’esperienza unica che si conclude di solito con un funzionario che ti chiude in faccia lo sportello allo scoccare dell’orario di chiusura, anche se sei in coda da secoli.

#5. Salire sul Duomo a piedi

Esperienza fisica e metafisica.

#6. Farsi il giro di tutti i piani della Rinascente

Sono sette, non tantissimi, ma la cosa che ti fa maggiormente sudare è trovare le scale. Per avere il massimo effetto, occorre farlo il sabato pomeriggio. Meglio ancora quando arrivano i saldi.

#7. Fare un documento in via Larga

Modello palla da biliardo: per trovare l’ufficio giusto ti rimbalzano da una parte all’altra dell’ufficio del Comune. Quindi: sneakers con ammortizzatori sul calcagno e fascette su fronte e polsi. Prepararsi anche a essere spediti fuori campo, per fototessere o acquisto di bolli risalenti a quando in Italia c’era il re.

#8. Prenotare un car sharing lontanissimo da dove sei

Apri lo schermo, vedi comparire le diverse iconcine delle auto disponibili. No, non farlo, non premere su quella più vicina, quella a due passi da casa. Invece cerca quella ai limiti dello schermo, quella che si vede che è fuori portata. Pigia, prenota e appena parte il conto alla rovescia scatta rapido per cercare di raggiungerla in tempo. In questa prova devi avere fiato ma anche velocità sprint e tenuta nervosa.

#9. Fare shopping con la fidanzata

Per questa attività bisogna aver raggiunto il massimo della forma. Un sabato pomeriggio al seguito di una milanese bella e indecisa è omologato come una maratona.

#10. Farti togliere una multa

Quando credi di avere raggiunto il massimo della forma fisica e mentale, arriva l’ultima prova. I vigili di Viale Friuli. Se ci fosse ancora Dante vi avrebbe ambientato uno dei suoi gironi infernali. E’ l’ultima prova. Quella definitiva. Dopo questa sarai in forma per l’estate.

Foto cover: Eexcite.it – corsa tacchi a spillo