10 location di Milano per 10 registi celebri

0
147

Settembre a Milano è il mese del cinema. Ci sono il Milano Film Festival, il Fuoricinema e inaugura il Palazzo del Cinema. Quello che manca sono i registi di fama mondiale. Per invitarli a Milano abbiamo immaginato le ambientazioni ideali per registi immortali, viventi o del passato.

 

location milanesi10 location di Milano per 10 registi celebri

 

#1 Pasolini in Comasina

Potrebbe girare “Comizi D’amore”. Purtroppo oggi non avrebbe molto senso. Le opinioni del sottoproletariato industriale le troviamo in bella posta su facebook, non c’è bisogno di organizzarle in un film.

 

#2 Dario Argento in tutta Milano, basta che ci sia nebbia

E se disgraziatamente c’è il sole lo mettiamo dentro la Scala a rigirare il Fantasma dell’Opera.

 

#3 Hitchcock al Duomo

Io non ho nulla contro i piccioni, ma quando si alzano in stormo da Piazza Duomo e volano rasente al mio volto, riesco a immaginare con accecante nitore il terrore provato dai protagonisti di Uccelli.

 

#4 Tim Burton all’Atelier Forte

Se non conoscete l’atelier di Duilio Forte per fortuna esiste google per colmare il vuoto nozionistico. Andate a sbirciare qualche immagine e poi ditemi se non è perfetto per un film di Tim Burton.

 

#5 Fellini alla Fontana di Piazza Gae Aulenti

Anche se l’acqua non supera le caviglie, se Fellini girasse oggi la famosa scena del bacio tra la Ekberg e Mastroianni nella fontana di Piazza Gae Aulenti si porterebbe nel film quel senso di scorciatoia post moderna che va tanto di moda oggi.

 

#6 Tarantino al Nepentha

Potrebbe inscenare una parodia della febbre del sabato sera come ha fatto in Pulp Fiction. Oppure far sanguinare anche le pareti come ha fatto in Kill Bill.

 

#7 Sergio Leone in Corso Buenos Aires 

Campo lungo e duelli all’ultimo sangue. Come durante i saldi.

 

#8 Woody Allen alla Darsena

Certo non sarà Parigi però… ok, non è nemmeno New York ma… Magari potrebbe rigirare uno dei primi che nessuno ha visto, tipo Che fai, rubi?

 

#9 Lynch al Cimitero Monumentale

280 minuti di piano sequenza tra le lapidi.

 

#10 Leni Riefenstahl all’Idroscalo

Così, tanto per citare una regista che non conosce nessuno, ma siccome ha fatto un film dove c’è dell’acqua mi sembrava giusto metterla all’idroscalo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here