La pista CICLOPEDONALE SOSPESA sulla laguna di VENEZIA: diventerà la PIU’ BELLA d’ITALIA?

Sta per essere inaugurata la pista ciclopedonale sospesa sulla laguna di Venezia. Sarà la più bella d'Italia?

credit: viapordelio.it

Sta per essere inaugurata la pista ciclopedonale sospesa sulla laguna di Venezia. Sarà la più bella d’Italia?

La pista CICLOPEDONALE SOSPESA sulla laguna di VENEZIA: diventerà la PIU’ BELLA d’ITALIA?

La laguna di Venezia è uno dei panorami più belli d’Italia e ad affacciarsi sui suoi colori e sulle sue meraviglie ci sarà presto una delle piste ciclopedonali sospese più lunghe d’Europa. I lavori sono iniziati nel 2019 e nella primavera 2020 era già pronto il primo tratto, ora sta per essere completata e la laguna si prepara ad accogliere ancora più visitatori.


# La ciclopedonale sospesa sul panorama veneziano

credit: veneziatoday.it

La pista ciclopedonale costruita sulla via Pordelio si aggiungerà alle infrastrutture preesistenti, collegando la sponda lagunare per oltre 20 chilometri. La località per il momento interessata è il comune di Cavallino-Treporti, che vanta la seconda spiaggia d’Italia per numero di presenze ed è pronta ad aggiudicarsi un altro record con questa pista a sbalzo sull’acqua. La ciclopedonale proseguirà poi passando per Ca’ Savio, per arrivare poi al Faro Pagoda di Punta Sabbioni, offrendo un panorama mozzafiato sullo skyline di Venezia, di Burano e dell’isola di Sant’Erasmo.

# Il primo tratto sarà inaugurato per l’estate 2021

credit: viapordelio.it

La deadline arriva direttamente dal sindaco di Cavallino-Treporti, che ha dichiarato a proposito: «Stiamo lavorando sodo per cercare di aprire il primo tratto già prima dell’estate del 2021. Il nostro obiettivo è quello di dimezzare i tempi di realizzazione previsti, un obiettivo importante, ma che merita un’opera unica». L’obiettivo è quello di riqualificare il waterfront lagunare, integrando i percorsi ciclopedonali già esistenti con un nuovo percorso panoramico di ben 5 chilometri a sbalzo.

# Diventerà la pista ciclabile più bella d’Italia?

credit: viapordelio.it

Oltre ad essere tra le più lunghe piste a sbalzo d’Europa, si prepara già a rubare il titolo di “pista ciclabile più bella d’Italia” alla Garda by Lake, la pista ciclabile che al momento vanta il percorso più panoramico d’Italia. La passerella metallica panoramica sarà letteralmente agganciata alla roccia sul lungomare, seguendo parallelamente la strada destinata ai mezzi motorizzati. Tutto il percorso sarà dotato di illuminazione notturna, per permettere ai visitatori di godersi il panorama anche dopo il tramonto.



Anche se tutti i 20 chilometri saranno collegati entro tre anni, il primo tratto verrà inaugurato, come già preannunciato, entro l’estate 2021 e sarà sicuramente un ottimo escamotage per far ripartire il turismo col botto.

Fonti: Venezia Today , Si Viaggia

Leggi anche: Il leggendario paradiso dei biker: la PISTA CICLABILE più LUNGA del MONDO

ROSITA GIULIANO

Riproduzione vietata ai siti internet che commettono violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.