🔴 RIPARTONO i LAVORI per VenTo: la “SUPER-CICLABILE” da Venezia a Torino

Ecco il cronoprogramma e come verrà realizzata la tratta milanese

Credits Comune di Milano - VenTo

Dopo lo stop ai cantieri causato dalla pandemia, sono ripresi i lavori per realizzare il tratto milanese della pista ciclabile che attraverserà la Pianura Padana collegando Venezia con Torino. Ecco il cronoprogramma e come verrà realizzata.

RIPARTONO i LAVORI per VenTo: la “SUPER-CICLABILE” da Venezia a Torino

# 679 km di pista ciclabile da Venezia a Torino passando per Milano

Vento-pista-ciclabile-d
VENTO: pista ciclabile – Politecnico di Milano

Dopo lo stop dovuto alla pandemia ripartono i cantieri per realizzare il tratto milanese della “superstrada” a due ruote VenTo: una pista ciclabile di 679 km, di cui 264 dentro aree naturali protette, che collegherà Venezia a Torino passando da Milano. Il progetto ideato dal Politenico di Milano nel 2016 è inserito all’interno dell’itinerario ciclabile europeo Eurovelo 8, da Cadice in Spagna a Limassol, a Cipro.

In futuro passerà da Milano anche l’itinerario Europeo Eurovelo 5 Londra-Roma-Brindisi, che attraverserà il centro storico della città attraverso la direttrice Certosa-Sempione per uscire verso Pavia lungo il percorso del Naviglio. 

Leggi anche: La Dream Route d’Italia, la CICLABILE SOSPESA tra gli ALBERI: sarà la più bella del mondo?

# Il tratto milanese, lungo 5,14 km, parte dalla Darsena e arriva fino al confine con Assago

Credits Comune di Milano – Tratto VenTo da realizzare

In totale il tratto milanese della ciclovia sarà lungo 5,14 km, con inizio in Darsena e arrivo ad Assago, lungo l’asta dell’Alzaia Naviglio Pavese. La si potrà percorrere in doppio senso di marcia dall’ex porto milanese fino alla fine del territorio comunale. La ciclabile sarà sempre ad almeno un metro e mezzo dal Naviglio: ciclisti e pedoni avranno spazi separati. Il progetto, che prevede la realizzazione di 4,27 km di tracciato partendo da via Darwin, si suddivide in 3 lotti per un un costo complessivo di 6,5 milioni di euro: il primo tratto ha un valore di 2,5 milioni di euro, di cui 750.000 euro provenienti da un finanziamento statale erogato dalla Regione e il residuo coperto delle casse del Comune di Milano così come gli altri due lotti, ognuno avente un costo di 1,5 milioni di euro.

Leggi anche: Il BICIPLAN METROPOLITANO: il progetto di 750km di ciclabili tra Milano e hinterland

# La conclusione dei lavori è prevista entro la fine del 2022

Credits Comune di Milano – Cantieri VenTo

Inaugurata qualche anno fa l’area pedonale tra la Darsena e via Darwin, i lavori in corso interessano il tratto dall’incrocio con via Darwin fino a via Don Rodrigo. Si prevede la realizzazione di una sede protetta riservata ai ciclisti e di un nuovo marciapiede lungo la sponda del canale, a cui si aggiunge il rallentamento del traffico in carreggiata, oltre alla nascita di aiuole alberate e spazi di sosta per auto, moto e biciclette. Dal 10 maggio verrà chiuso il tratto tra via Don Rodrigo e via Gattinara dove l’Alzaia sarà destinata esclusivamente al traffico pedonale e ciclabile, eccetto tra la Conca Fallata e via Boffalora per consentire a auto e moto di accedere alle abitazioni del quartiere. La conclusione dei lavori è prevista per la fine del 2022

Leggi anche: VenTo: iniziati a Milano i lavori per la PISTA CICLABILE più LUNGA d’Italia

Continua la lettura con: La “Green Road dell’Acqua” eletta “PISTA CICLABILE più BELLA D’ITALIA”

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedenteLe 10 LOCALITÀ di MARE in Italia più AMATE dai MILANESI
Articolo successivoEPIC FAIL o… come si dice a Milano?
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.