Le STAZIONI più BELLE di ogni metropolitana italiana

Dalla scenografica Porta Susa a Torino alla stazione archeo-museo San Giovanni di Roma. Scopriamole tutte

Stazione di Toledo, Napoli. Credits: @napoli_poesia_ditalia IG

Quella più scenografica, la più variopinta Tre Torri o quella dell’anfiteatro. Scopriamole tutte.

Le STAZIONI più BELLE di ogni metropolitana italiana

#1 Porta Susa, la stazione metropolitana più scenografica di Torino

Credits: wikipedia.org

La stazione metropolitana di Porta Susa a Torino, moderna e avveniristica, è inserita all’interno del complesso dell’omonima stazione ferroviaria dove arrivano treni regionali, nazionali, internazionali e dell’alta velocità, seconda solo a Porta Nuova come numeri di viaggiatori. Questa fermata dalle M1 torinese è sicuramente la più scenografica di tutta la linea per via delle ampie vetrate che sovrastano gli accessi ai piani inferiori verso le banchine.


#2 La fermata Darsena a Genova progettata da Renzo Piano

Credits: roberto_mnt IG – Metropolitana Darsena Genova

La stazione Darsena della metro di Genova è situata presso l’omonima calata nella zona ovest del Porto vecchio. Al suo interno è presente l’allestimento della mostra permanente ArcheoMetro, aperta nel 2005, che tramite plastici e pannelli informativi mostra lo sviluppo del Porto di Genova nei secoli. Progettata da Renzo Piano, i binari sono localizzati sotto il livello del mare ad una profondità di 15 metri. L’ampio sovrappasso consente di avere una visuale luminosa sulle banchine e un effetto scenografico.

#3 Tre Torri sulla M5, la fermata glam di Milano

Tre Torri M5

La stazioni di Tre Torri M5 è forse la più appariscente di tutte quelli presenti nel sistema di metropolitana milanese. Si trova al centro del nuovo quartiere di Citylife, sponsorizzata da Allianz e Generali che ne hanno curato l’allestimento. Sui pannelli delle pareti sono stati applicate delle illustrazioni che rendono la stazione piena di colori e di fatto una opera d’arte continua, dalle scale per scendere al mezzanino fino al piano banchina.

Leggi anche: Le 5 FERMATE più BELLE di MILANO: metro e passante



#4 La stazione Fs della metro di Brescia con il simbolo della “Vittoria alata”

Credtis: mentelocale.it – Stazione Fs Brescia

Scendendo nella stazione Fs della metro di Brescia per prima cosa si incontra l’installazione del cartello stradale rovesciato appeso al soffitto indicante il nome della città. Poi tra acciai, vetri, condotti in alluminio e superfici specchianti nella stazione appare un’opera incredibile: “Incancellabile Vittoria”, una monumentale installazione di circa 200 mq realizzata da Emilio Sgrò, composta da 205 pannelli di fibrocemento fresati, rappresentante la sagoma della Vittoria Alata, una delle più straordinarie statue in bronzo di epoca romana e simbolo della città di Brescia. La silhouette della dea romana emerge da una più ampia griglia composta da cancellature nere su un brano tratto dall’Eneide di Virgilio.

#5 La stazione archeo-museo di San Giovanni sulla metro C di Roma

Credits: lestrade.com – Metro C San Giovanni a Roma

In seguito al rinvenimento del più grande bacino idrico di età imperiale e di reperti archeologici, San Giovanni sulla Metro C a Roma è diventata un archeo-museo. Scendendo tra i diversi piani della stazione, la seconda più profonda d’Italia dopo quella di Toledo a Napoli, i viaggiatori sono accolti tra vetrofanie che riportano la stratificazione della capitale italiana durante i secoli di storia. Oltre a questo si possono ammirare una serie di raccolte di oggetti quali anfore, vasi, vanghe, tubazioni per l’irrigazione dei campi e noccioli di pesche che all’epoca erano una novità introdotta recentemente nel Mediterraneo.

Leggi anche: La PRIMA METROPOLITANA d’Italia non è quella che pensate

#6 Toledo a Napoli, premiata come la più bella d’Europa

Stazione Toledo

La stazione Toledo di Napoli è stata inaugurata nel 2012 ed è stata votata come la più bella metropolitana d’Europa. Il merito va ascritto a Roberto Wilson e alla sua opera “Light Panels” che illumina il corridoio che conduce alla metro come un cielo stellato, un design ispirato all’acqua e alla luce. La stazione, che è anche la più profonda d’Italia essendo stata realizzata a 45 metri sotto il livello del suolo, fa parte della rete di stazioni della metro artistiche partenopee presenti sulla linea L1.

Leggi anche: A Napoli apre la nuova FERMATA DUOMO: un’ispirazione anche per Milano

#7 Nella stazione Stesicoro a Catania è raffigurato l’anfiteatro romano della città

Credits: wikwand.com

La stazione di Stesicoro è ubicata nel cuore della città e permette di accedere all’area del Barocco catanese dichiarato “Patrimonio dell’Umanità” dall’UNESCO. La stazione è stata individuata come una delle sedi del “Museo Diffuso della Città di Catania”, in corso di allestimento presso alcune stazioni della metropolitana etnea. Il tema della stazione di Stesicoro è l’Anfiteatro romano di Catania, uno dei più grandi dell’impero, le cui rovine monumentali sorgono nella vicina piazza Stesicoro e la cui rappresentazione è affidata a raffigurazioni grafiche e testuali sulle pareti.

Continua a leggere con: Curiosità e record delle 7 METROPOLITANE nelle città italiane

FABIO MARCOMIN 

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.