Il progetto dell’EURO NIGHT SPRINTER: come una METRO ad ALTA VELOCITÀ tra le città d’Europa

Una rete di 40 linee internazionali per collegare 200 città in Europa

Credit Mathias Gastel, Grüne Bahnstrategie - Particolare della rete ferroviaria notte transeuropea proposta dai Verdi tedeschi

La proposta di una rete transeuropea di treni notturni. Scopriamo le caratteristiche di questo progetto e quali sarebbero i vantaggi per i viaggiatori europei.

Il progetto dell’EURO NIGHT SPRINTER: come una METRO ad ALTA VELOCITÀ tra le città d’Europa

# Una rete di 40 linee internazionali per collegare 200 città in Europa

Credit Mathias Gastel, Grüne Bahnstrategie – Particolare della rete ferroviaria notte transeuropea proposta dai Verdi tedeschi

La proposta di realizzare una rete transeuropea di treni notturni è arrivata del partito dei Verdi Tedeschi in occasione delle ultime elezioni nazionali. L’obiettivo è quello di creare rete di trasporto su rotaia efficiente per i cittadini europei per ridurre l’utilizzo di auto e aerei e di conseguenza l’emissione di C02 nel continente. La mappa è stata rappresentata come un diagramma in linea retta nello stile dell’iconico design di Harry Beck per la metropolitana di Londra, mostrando l’Europa come un insieme ordinato di collegamenti notturni e destinazioni per il giorno successivo.


Euro Night Sprinter, questo il nome del progetto, avrebbe 40 linee internazionali a lunga percorrenza e garantirebbe il collegamento tra più di 200 città e luoghi in tutta Europa, da Lisbona a ovest a Mosca a est e da Helsinki a nord a Malaga a sud. 

Leggi anche: I TRANS-EUROP EXPRESS: i nuovi treni notturni per andare all’estero

# Le condizioni necessarie per realizzare il progetto

Credits touringclubitliano – nightjet_new_2021

Il progetto richiederebbe un lavoro congiunto e un accordo di tutti gli Stati e delle istituzioni europee. Al momento è infatti un’idea ancora abbozzata. Per realizzarla servirebbero:



  • un sistema unificato di controllo e coordinamento per le varie reti ferroviarie nazionali europee, come richiesto dall’Agenzia ferroviaria europea, sulla falsariga di Eurocontrol, l’agenzia del traffico aereo del continente;
  • treni notturni che possano viaggiare comodamente e silenziosamente in tutta Europa a una velocità compresa tra 200 e 250 km/h, con i necessari aggiornamenti del materiale rotabile da finanziare con la Banca europea per gli investimenti;
  • una piattaforma di prenotazione unica e di facile utilizzo per l’acquisto di viaggi internazionali con un unico biglietto;
  • investimenti sulle reti ferroviarie per aggiornare quelle vecchie e svilupparne di nuove;
  • infine per rendere più competitivi in viaggi in treno sarebbe necessario porre fine alle agevolazioni fiscali per le compagnie aeree.

Fonte: Bigthink

Continua la lettura con: In costruzione il TRENO più VELOCE del MONDO: farebbe Milano-Roma in 1 ora

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedenteLa TOP 10 degli AVVOCATI più “STELLATI” di MILANO
Articolo successivoGAME OVER: come si dice a Milano?
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.