Il MONOPATTINO LAMBORGHINI: una nuova fuoriserie sulle nostre strade

Dopo Ducati e Audi, anche Lamborghini si cimenta nella mobilità elettrica


Il monopattino elettrico sta diventando sempre più importante quando si parla di e-mobility ed è sempre più utilizzato, soprattutto nelle grandi città. È proprio per questo che anche i grandi marchi si stanno direzionando verso questo tipo di produzione. Dopo Ducati e Audi, arriva anche Lamborghini a cimentarsi nella mobilità elettrica e lancia, in collaborazione con M.T. Distribution, il primo monopattino elettrico. È stato prodotto nella Motor Valley italiana e si chiama AL1.

Il MONOPATTINO LAMBORGHINI: una nuova fuoriserie sulle nostre strade

# Le caratteristiche della nuova Lamborghini a due ruote

Credits: unieuro.it
Monopattino Lamborghini

Il monopattino AL1 pesa circa 15kg ed è robusto e pesante, ha un motore da 350W brushless con una tecnologia silenziosa e a basso rischio di usura. Ha una posizione di guida alta, un sistema a doppio freno, ruote a bassa possibilità di foratura, un manubrio con presa gommata e due leve per pilotare: bianca a destra per accelerare e rossa a sinistra per frenare (freno anteriore). Questo monopattino elettrico permette anche di impostare 3 modalità di guida: andare a 6 km/h nella modalità pedonale, a 15 km/h standard e addirittura spingersi fino ai limiti consentiti dalla normativa, cioè 25 km/h nella modalità “S” di sport. Inoltre, per permettere una maggiore visibilità del monopattino, alla “fast & furious”, ci sono due file di led ambientali sotto al pianale che colorano l’asfalto.


# Cosa rende il monopattino un vero modello Lamborghini?

Credits: wired.it
Monopattino Lamborghini

L’attenzione ai dettagli e alla qualità è ciò che rende l’AL1 un vero modello Lamborghini, oltre al logo con il Toro sull’asta e al prezzo. Il monopattino, in realtà, costa circa 500 euro, a mio parere ci si poteva aspettare una cifra molto più alta data la casa produttrice. L’AL1 è già preassemblato in scatola senza libretto di istruzioni, ma è possibile trovarlo su Internet e scaricarlo in PDF. Vengono, però, subito forniti attrezzi e viti di montaggio di scorta. Per controllare velocità, medie dei percorsi e avere altre informazioni c’è poi un app apposita che permette di collegare il monopattino al telefono via Bluetooth. A completare il tutto, sotto il manubrio c’è un gancio, perfetto per portare zaino o borsa della spesa. Il monopattino è stato presentato di colore nero, ma sarà disponibile anche in blu e bianco.

Fonti: wired.it

Continua la lettura con: MONOPATTINI IN SHARING a Milano: la sfida delle APP

BEATRICE BARAZZETTI



Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.