ROMA accelera per diventare una CITTÀ REGIONE e tende la mano anche a MILANO

L'incontro per presentare la proposta di legge di un gruppo di parlamentari

credits: romanoimpero.com

L’idea di Milano città stato, prende forma nella capitale. Roma Città Regione è un sogno sempre più vicino. Se ne parlerà Lunedì 24 maggio in un webinar dell’Università la Sapienza. E l’iniziativa potrebbe scuotere anche Milano, dandole l’autonomia che i milanesi auspicano. 

ROMA accelera per diventare una CITTÀ REGIONE e tende la mano anche a MILANO


Roma guarda al futuro e ci vede il cambiamento. Da villaggio sul fiume Tevere a grande capitale dell’Impero, a città sempre più europea, aperta, cosmopolita. Roma da città vuole cambiare pelle e diventare altro, regione, stato, dipartimento costituzionalmente diverso da adesso, per farsi trovare pronta ad affrontare le enormi sfide del Terzo millennio.

A dare voce a questa esigenza di cambiamento c’è un gruppo di parlamentari che ha presentato alla Camera dei Deputati lo scorso 11 marzo una proposta di legge costituzionale per fare di Roma una città/regione capace di guardare avanti.



La questione urbana

C’è una nuova “questione urbana” così la definiscono nella proposta di legge, che riguarda le grandi città d’Italia come Roma, ma anche come Milano e Napoli. Tutte e tre città “caratterizzate da intensi processi di concentrazione demografica e produttiva, segnate da consistenti fenomeni di immigrazione e da specifiche esigenze normative e finanziarie cui non si è data risposta” fino ad ora.

Roma, in particolare, ha un’area metropolitana di circa 1.287 chilometri quadrati, andando a coprire una superficie pari a quella delle 9 maggiori città italiane. Roma è anche la capitale europea con la maggiore estensione di territorio amministrativo, con una popolazione che supera i 2.800.000 abitanti. Se poi si arriva a misurare l’area dell’ex-Provincia di Roma allora si arriva a 5.500 chilometri quadrati per circa 4.300.000 abitanti.

Inoltre a Roma, fanno notare i promotori della proposta di legge, si concentra l’esercizio delle funzioni di due capitali, quello dello Stato italiano e quello della Città del Vaticano, per non menzionare che è sede delle rappresentanze diplomatiche di entrambe gli Stati e ospita le grandi organizzazioni internazionali come la Fao e il Pam.

L’incontro per Roma città stato

Sono queste caratteristiche che hanno portato diversi gruppi di parlamentari e senatori nel corso degli anni a presentare proposte di legge per fare di Roma una realtà amministrativa diversa e più adatta a quello che è diventata, un territorio regionale che potrebbe essere efficacemente governato con l’attribuzione di una piena potestà legislativa. In questo modo anche Roma potrebbe cominciare a godere di quelle prerogative che già da anni caratterizzano la vita di altre importanti grandi e medie capitali europee.

Di questa proposta e di altre simili si parlerà nel corso di un seminario on line organizzato dall’Università di Roma La Sapienza Dipartimento di Pianificazione, Design, Tecnologia dell’Architettura il prossimo lunedì 24 maggio alle 16.30 collegandosi all’invito meet.google.com/drw-sdrh-twi.

Aprirà i lavori Eugenio Gaudio, presidente della Fondazione Sapienza, Laura Ricci, Direttore del Dipartimento PDTA della Sapienza come coordinatore guiderà gli interventi di Mario Ajello, giornalista parlamentare, Beniamino Caravita di Toritto, Professore di Diritto Pubblico, Sabino Cassese, Giudice emerito della Corte Costituzionale, Linda Lanzillotta già vice presidente del Senato della Repubblica. Concluderanno i lavori Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera dei Deputati e Roberto Morassut, vicepresidente gruppo PD della Camera dei Deputati nonché firmatario della proposta di legge.

Continua la lettura con: La riforma costituzionale: Roma città regione

FRANCESCA SPINOLA

Leggi anche: Stipendio consiglieri comunali, i “precari della politica” che vanno pagati di più

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo#Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest#Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila#KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico#BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.