🛑 PIAZZA CASTELLO avrà un nuovo VOLTO: il restyling entra nel vivo

Vediamo a che punto sono i lavori

Credits professionarchitetto - Porgetto riqualificazione Castello

Chiusa da pochi mesi la gara d’appalto per l’assegnazione dei lavori, Piazza Castello e via Beltrami da luglio hanno iniziato a cambiare volto. Si è partiti in ritardo, dato che il concorso di progettazione era stato indetto e vinto nel 2017, ma nei primi giorni del mese si è avviato il cantiere. Il progetto è diviso in due lotti e per ora è partito solo il primo, mentre per il secondo, che comprende il rifacimento di largo Cairoli e alcune vie intorno a Foro Bonaparte, bisognerà aspettare.

🛑 PIAZZA CASTELLO avrà un nuovo VOLTO: il restyling entra nel vivo

# Un progetto da 5,2 milioni di euro

Credits: @dolcevita_in_giro
Piazza castello

Tra le otto offerte, l’appalto è stato vinto dalla Giussani Emilio srl e prevederà una spesa di 5,2 milioni di euro, molto meno rispetto ai 6 milioni e mezzo che erano stati stabiliti da Palazzo Marino. Meglio, considerando che la spesa complessiva è stata fissata a quasi 10 milioni e che quindi si avranno maggiori disponibilità per il secondo lotto. Diventerà una zona molto più verde e in armonia con Parco Sempione. 


# Il restyling: nuovo verde urbano

Credits: blog.urbanfile.org
restyling Castello

La Giussani Emilio srl nel corso del tempo ha modificato un po’ il progetto, leggere correzioni, infatti l’obiettivo di fondo di far diventare la piazza più verde è rimasto. 184 nuovi alberi, di cui 167 aceri, andranno a creare un triplice filare alberato e in Piazza Castello compariranno nuove aiuole. Ma il verde non andrà a coprire la vista del Castello, al contrario le piante creeranno una sorta di cornice intorno agli attraversamenti. L’area diventerà completamente pedonale.

Credits: blog.urbanfile.org
restyling Castello

I lavori in via Beltrami, invece, consisteranno nel rifacimento della pavimentazione. Si è optato per il granito bianco di Montorfano con inserti di beola grigia. Oltre ad una valorizzazione degli attraversamenti pedonali e dell’aumento del verde intorno al Castello, il progetto prevede un miglioramento dell’illuminazione pubblica.

# Il calendario dei lavori

Credits Urbanfile – Lavori Piazza Castello

I cantieri si sono aperti il 7 luglio e la durata complessiva dei lavori è stata fissata in 500 giorni, quindi entro novembre 2022 il primo lotto di riqualificazione di Piazza Castello dovrebbe concludersi.



Credits: Urbanfile – Progetto di restyling Cairoli/Piazza Castello

L’intervento verrà realizzato in fasi diverse per limitare l’impatto sulla vivibilità dell’area, e in questi primi mesi riguarderà solo l’area in corrispondenza di via Lanza e l’area di via Beltrami. La fase successiva dei lavori, in autunno, interesserà l’area ai lati di piazza Castello, dove verranno realizzati i tre filari di alberi previsti da progetto, che integreranno quelli presenti, in aggiunta alla sostituzione di un piccolo gruppo di lagestroemie con alberi di maggior pregio e dimensione.

Fonti: blog.urbanfile.org

Continua a leggere con: Il NUOVO LOOK del POLICLINICO con suite e giardini sui tetti

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Riproduzione vietata al sito internet che commette violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte 

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.