Il QUADRILATERO dell’ILLEGALITA’: 7 idee per riqualificare il buco nero di Milano

Un incubo per i residenti e un punto debole per tutta Milano. Ecco le nostre proposte per riqualificare la zona rendendola un polo di attrazione

credit Repubblica.it

Dalle parti di Piazzale Segesta, vicino allo Stadio Meazza, c’è un quadrilatero di alloggi diventato un vero e proprio centro di illegalità. Gruppi gestiti da 5 o 6 individui occupano le case abusivamente e le danne in affitto. E spesso ciò avviene con case abitate, restituite ai proprietari solo attraverso ingenti riscatti.

Si tratta di un incubo per i residenti della zona e un punto debole per tutta Milano. Ecco le nostre proposte per riqualificare la zona.


Il quadrilatero dell’ILLEGALITA’: 7 idee per riqualificare il buco nero di Milano

#1 Abbattere le case dell’Aler (Segesta)

Credit Affaritaliani

Una prima soluzione potrebbe essere abbattere queste abitazione, la maggior parte di proprietà dell’Aler, per ripulire drasticamente la zona da questo insidioso problema.

In questo caso però si dovrà poi trovare una soluzione per tutte quelle famiglie che legalmente hanno lì il proprio appartamento.



#2 Trasformarla in un’attrazione etnica tipo Paolo Sarpi

Un’altra soluzione è lasciarsi ispirare da una delle riqualificazioni meglio riuscite della città: la zona di Paolo Sarpi.

Così come è stato per il quartiere del dragone, anche la zona di San Siro potrebbe diventare un’attrazione di stampo internazionale, un luogo che riesca a portare a Milano atmosfere delle più raffinate città arabe, come Medina o Fez. 

#3 Polo sportivo collegato a San Siro

Credit Il Giorno

Gli attuali edifici potrebbero diventare parte di un grande polo sportivo comprendente lo Stadio, l’ippodromo, il parco ma anche sale ricevimenti e uffici. Tutto all’insegna del quartiere dello sport. 

#4 Coworking sociale e inclusivo

Lavorare in un ambiente stimolante e dinamico è la vera tendenza dei nostri giorni. Realizzare in questi spazi un grande spazio coworking sarebbe la soluzione più efficace per far rinascere una zona poco e mal frequentata. Meglio ancora se il coworking è sociale ed inclusivo: potrebbe diventare il luogo della rinascita di chi deve ripartire da zero. 

#5 La casa della musica in Segesta

Si sa, dove c’è cultura c’è benessere. Si potrebbe pensare di fondare una grande casa della musica munita di tutto ciò che qualsiasi professionista del settore abbia bisogno: dalle sale di registrazione agli spazi riunione. Potrebbe inserirsi anche una sede della SIAE.

#6 Creare un quartiere degli artisti intitolato a Wagner

A Milano manca un quartiere degli artisti. La zona di San Siro, con il suo essere al tempo stesso zona esclusiva e zona periferica, potrebbe essere un’interessante area da destinare completamente agli artisti. Magari intitolandola al grande compositore Wagner.

#7 Fare il nuovo stadio

Una volta che San Siro sarà raso al suolo, i milanesi potrebbero non arrendersi, ma proporre la costruzione di un altro stadio immediatamente vicino. Perchè no?

MILANO CITTA’ STATO

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

 

Leggi anche:
I dieci effetti con Milano città stato più votati dai milanesi
10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
“Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A [email protected] (OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)