🔴 1200 euro un bilocale in periferia: esplode il CARO AFFITTI dopo la tregua pandemica

Situazione al limite dell'insostenibile

XXII Marzo - Credits: @ellaquadri IG

Una crescita costante dei prezzi nel mercato immobiliare di Milano, fermata temporaneamente dal calo della domanda nel 2020. Recenti studi ufficializzano che il settore ha ripreso a marciare. Vediamo i dettagli.

1200 euro un bilocale in periferie: esplode il CARO AFFITTI dopo la tregua pandemica

La dinamica dei prezzi a Milano

Credits: Mediamodifier, via Pixabay

Dopo i ribassi degli affitti registrati in occasione della pandemia, in cui è calato il bisogno di locazioni per lavoratori in smartworking e studenti fuori sede in DAD, i canoni hanno ripreso a salire.


Lo dimostra un report dell’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa.
Il rincaro si attesta al +5,6% per i monolocali (contro il +3,4 della media nazionale), +4,9% per i bilocali (+3,5% nazionale) e +4,2% per i trilocali (+2,8% nazionale).
Secondo l’Osservatorio Milano Immobiliare, inoltre, nel capoluogo lombardo anche i prezzi di vendita degli immobili sono i più alti d’Italia, paragonando tutte le città con oltre 500.000 abitanti.

Leggi anche: AFFITTI alle STELLE a Milano: le 3 CAUSE principali

# Punte di 1200 per i bilocali in periferia

XXII Marzo – Credits: @ellaquadri IG

Scaricando il report marchiato Tecnocasa, saltano subito all’occhio le cifre massime. Il bilocale in periferia a Milano arriva a costare 1200€ al mese. Si può pagare questa cifra in diverse zone, come in Ticinese, XXII Marzo-Dateo, Cadore e Montenero. Il meno caro a 650€/mese, tra Varesina, Espinasse, Amoretti, Vialba e Villapizzone.
Nelle zone centrali il bilocale più caro è in Garibaldi-Moscova, circa 2500 Euro.



Va male anche ai monolocali, che toccano la vetta di 800€ in Pagano, Corso Vercelli Cenisio/MacMahon, Centrale e Porta Nuova, ma si attesta a 750 in Porta Genova, Solari, Domodossola, Loreto, Centrale e Caiazzo.
Il monolocale meno caro è a Villapizzone, con un canone di 400 €/mese.

I trilocali passano dai 1900€ di Pagano ai 750€ di Villapizzone, Vialba-Amoretti, passando da step di 1800 in Corso Vercelli e Wagner, 1700 di Aquileia e i 1400 di Domodossola e Sarpi-Arco della Pace.

Leggi anche: Carissima Milano: AFFITTI RECORD, il DOPPIO rispetto al resto d’ITALIA

# Osservatorio Milano Immobiliare

Villapizzone – Credits: nicolettafasani IG

Aggiornato ad oggi anche la finestra sul settore curata da OMI, Osservatorio Milano Immobiliare.
Secondo OMI, Milano città continua a guidare il settore immobiliare, con il 43% degli annunci sul totale di quelli presenti in tutta la provincia. La zona con più annunci è quella del centro storico, con oltre 1884 annunci tra affitto e vendita. In totale a Milano sono presenti 49826 annunci immobiliari, suddivisi in 26190 di vendita e 23636 per l’affitto.

Le variazioni più significative negli ultimi 3 mesi, riguardano le locazioni commerciali in aumento di +8,29%, l’incremento di domanda – quindi di prezzo – delle villette a schiera che nell’ultimo trimestre segna un +8,50% e i bilocali, +4,99% in tre mesi.
Calano drasticamente i casali, -13,17%, così come attici (-5,01%), mansarde (-2,88%) e villette bifamiliari (-6,04%).
Questa crescita del mercato immobiliare a Milano è un business sostenibile?

Continua la lettura con: Sempre più DIFFICILE COMPRARE CASA a Milano: PREZZI su del 10%. TREND o BOLLA che esploderà?

LAURA LIONTI

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here