🛑 Dopo 5 anni FINE dell’ISOLAMENTO: chiude il cantiere M4, RIAPRE via Foppa

Commerciante via Foppa ph. facebook Comitato Lorenteggio

I lavori della M4 avanzano e possono spostarsi sotto il livello della strada, quindi i cantieri di superficie si ritirano sempre più. Il sogno è che continuino a rimpicciolirsi, fino a sparire del tutto.

Dopo 5 anni FINE dell’ISOLAMENTO: chiude il cantiere M4, RIAPRE via Foppa

# In isolamento dal 2016

Commerciante via Foppa ph. facebook Comitato Lorenteggio

I lavori per i cantieri della M4 sono da diversi anni una lunga cicatrice sulla superficie di Milano.
La consegna de #lablu sta iniziando ad assumere contorni surreali e a Milano molti ci scherzano sopra, soprannominandola la “storia infinita”. 
Prima che le battute prendano a fare il verso alla Fabbrica del Duomo e alle tempistiche di realizzazione, M4 S.p.A. riduce il cantiere della fermata di Piazza Bolivar, restituendo alla cittadinanza il tratto di Via Foppa compreso tra la piazza e Via Mosè Loira.
Foppa torna quindi ad essere collegata a Lorenteggio, almeno per l’arteria che va in direzione centro.


# Torna anche la 50

Credits: @
attilio2000 IG

Il cantiere, iniziato nel 2016, ha tenuto isolati anche i mezzi pubblici, che da lunedì 20 settembre potranno finalmente cambiare l’attuale percorso della 50 che da via Lorenteggio, anziché girare su viale Misurata, attraverserà piazza Bolivar per continuare su via Foppa, via California, piazza Vesuvio, e da qui riprenderà il normale tragitto fino a largo Cairoli. Nella direzione opposta, invece, da via Egadi il bus girerà in via Moisè Loira per poi svoltare in via Foppa, da dove proseguirà su via Washington, piazza Napoli, via Giambellino e via Tolstoj, per riprendere il percorso su via Lorenteggio.

# Una bella notizia accolta da residenti e commercianti anche con critiche e sospetto

 

Si potrebbe pensare che questa notizia verrà accolta con gioia dai residenti e dai commercianti di Via Foppa, invece la temperatura della doccia fredda ricevuta dalle reazioni dei cittadini, è pari solo al gelo delle critiche che si susseguono da anni.
Le social street via social, stanno commentando la notizia che è in tendenza a livello nazionale, ma oltre alla felicità di uscire dal vero e proprio isolamento fisico, traspare il rammarico di vedere un tratto di strada chiuso 5 anni fa, per essere sfruttato come annuncio elettorale, riconsegnato alla città a pochissime settimane da un altro turno di amministrative.
I milanesi, notata la coincidenza, sono stati impietosi. La querelle tra M4 e i cittadini della Milano interessata dai cantieri, è iniziata anni fa e proseguirà anche dopo l’inaugurazione della linea blu



# Il commento dei cittadini

I commenti dei cittadini raccolti sui social:
«Mi raccomando la ciclabile! Strade che non portano mai da nessuna parte visto che che ormai è impossibile fermarsi e sostare, che sia per fare una consegna o che sia per andare a casa a dormire dopo una giornata di lavoro».
«Passano gli anni e mi convinco sempre di più che questa linea è progettata male e realizzata peggio».
«….la città invivibile».
«La gestione dei cantieri M4 è vergognosa. In Piazza Frattini ci sono cantieli lato ex Simply completamente vuoti che potrebbero essere tolti per ridare spazi utili alla piazza»
Questi sono solo alcuni dei commenti letti in tempo reale sulla pagina del Comitato Lorenteggio, nato dalla necessità di raccogliere quelle informazioni che non sono mai state fornite ai residenti interessati dai cantieri della M4.

# L’avanzamento dei lavori: ancora rimandata l’inaugurazione del primo tratto

I lavori di M4 continuano verso la loro conclusione, Milano avrà una nuova linea metropolitana e l’apertura delle strade sarà fondamentale per far muovere velocemente le persone; la linea M4 invece contribuirà alla riduzione del traffico.
Per ora l’unico tratto della blu attivabile è la mini-tratta fino al capolinea Linate. Per le 4 fermate in questione, i lavori sono finiti, ma ufficialmente a causa dello scarso traffico sull’aeroporto causa Covid, il Comune ha rimandato l’apertura. «Attiveremo il servizio quando ci saranno le condizioni – aveva già spiegato l’assessore alla Mobilità Marco Granelli – Che potranno esserci quando la linea raggiungerà Dateo, ovvero verso la fine del 2022». Resta per ora confermata l’apertura di tutta la linea per l’estate del 2023.

Continua la lettura con: M4: la storia infinita

LAURA LIONTI 

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Leggi anche: Case e Ospedali di Comunità, il piano per Milano: “Sette strutture nel 2022 e partnership con i privati”

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato.

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here