🔴 Area B: l’HINTERLAND diventa il PARCHEGGIO di Milano?

"Area B è ecologia o ideologia?"

Area B

Le polemiche sull’inasprimento dei divieti di Area B non accennano a placarsi. Dopo il Sindaco di Sesto San Giovanni un altro primo cittadino dell’hinterland attacca il sistema della grande ZTL milanese.

Area B: l’HINTERLAND diventa il PARCHEGGIO di Milano?

# “Area B è ecologia o ideologia?”

Credits Claudio Agostoni Fb- Area B

Il Sindaco del Comune di Sesto San Giovanni, Roberto di Stefano, ipotizza di far pagare i milanesi che entrano nel territorio da lui amministrato realizzando un’ “Area S” con telecamere che registrano gli accessi: perché molti da Sesto non possono andare a Milano ma i milanesi possono entrare a Sesto? Si chiede il sindaco. Ora si aggiunge anche il Sindaco di Cormano, Lugi Magistro, che attacca la ZTL di Milano per un altro motivo: Area B. È ecologia o ideologia?. Il suo comune che confina a nord del capoluogo lombardo ha visto crescere il numero di automobilisti che parcheggiano lungo via dei Giovi per andare a piedi al capolinea di Comasina M3. 

# “Milano non fa parcheggi”, così tutti lasciano le auto nei comuni confinanti

Con l’inasprimento dei divieti e l’attivazione di tutte le telecamere, Cormano e altri comuni dell’hinterland rischiano di diventare il parcheggio di Milano: “Area B vuole tenere fuori le macchine da Milano ma i parcheggi il Comune di Milano non li fa e i Comuni della prima fascia, come Cormano, devono supplire, sopportando traffico e occupazione degli spazi. Quest’area viene reclamizzata come una misura antismog ma pagando l’ingresso i veicoli sono autorizzati a inquinare“.

Leggi anche: L’ “isola di Milano” diventa un confino: i cittadini PRIGIONIERI dell’Area B

# I bus al posto del tram sulla Milano-Limbiate rendono il servizio lento e poco attraente contribuendo all’aumento del traffico nell’hinterland

Credits d_reda89 IG – Ultima corsa Milano-Limbiate

Tra i fattori che contribuiscono alla aumento di autovetture parcheggiate per le strade di Cormano c’è anche la soppressione del servizio tranviario che da Milano arrivava fino a Limbiate. Dal primo ottobre è stato infatti sostituito per tutte le corse dal bus 165, che muovendosi nel traffico di via dei Giovi offre un servizio più lento, poco attraente portando sempre più cittadini dell’hinterland a scegliere l’auto e aumentando traffico e inquinamento a Cormano. Le parole del Sindaco Magistro: “Il Comune di Milano dice di incentivare con Area B l’uso dei mezzi pubblici ma ha sospeso un mezzo su rotaia per sostituirlo con uno su gomma.”

Il commento finale su Area B: “La tutela dell’ambiente e della qualità dell’aria è un tema fondamentale, ma proprio per questo va affrontato con ragionevolezza e senza vincoli ideologici, che sembrano più attenti agli slogan che al buon senso“. 

Continua la lettura con: Anche il MONDO si STUPISCE: perché Milano CHIUDE le METROTRANVIE?

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/