A Milano il nuovo DISTRETTO dedicato al FUMETTO

Milano ha deciso di dedicare una zona alla celebrazione del fumetto italiano. Un'arte che, ancora oggi, meriterebbe maggiori riconoscimenti

Credits: milanosud.it

Alcuni giovani artisti hanno realizzato un murales in memoria del fumetto italiano. La loro opera serve a commemorare le grandi firme delle tavole che hanno fatto la storia del nostro Paese.

A Milano il nuovo DISTRETTO dedicato al FUMETTO

# I grandi volti del fumetto

Credits: thecolorsofmilano.com

Al giorno d’oggi, il fumetto è un’espressione artistica molto amata e diffusa ovunque. Tra i più celebri, possono essere citati Topolino, Spider-Man o Superman per l’America. Anche il Giappone è diventato molto influente sul campo, tanto che tutto il mondo si riferisce alle loro opere con il termine locale, i “manga”. In Italia, però, non siamo certo da meno. Grandi artisti si sono susseguiti nel tempo e hanno lasciato il segno anche a livello internazionale. Sicuramente, tra questi, possiamo ricordare Angela Giussani, ideatrice di Diabolik, e Guido Crepax, ideatore di Valentina. Proprio a loro è stata dedicata una serie di rappresentazioni nel Municipio 6 a Milano.


# Un’area piena di colori e volti celebri

Credits: milanoevents.it

Per la precisione, l’area interessata alla realizzazione di questi murales celebrativi si trova tra Via Pesto, via Tolstoj e Via San Cristoforo. Tutto è partito con l’obiettivo di avviare una riqualificazione artistica della zona sulla quale hanno lavorato i giovani artisti di “We Run the Street”. Nel progetto sono stati coinvolti anche altri nomi importanti come lo stesso Municipio 6, la casa editrice Astorina, il Museo delle Culture di Milano Mudec e alcuni sponsor. L’opera punta a ridare vita e colore alle mura del quartiere, per una lunghezza pari a 500 metri. Dell’iniziativa, chiamata “Un Muro che Unisce”, ha parlato il Presidente del Municipio 6, Santo Minniti, affermando che si tratta di un’idea nata dal basso e che ha coinvolto direttamente le persone del territorio. Non a caso, il potere del fumetto e delle sue storie è proprio quello di unire i propri lettori e farli appassionare. Un’arte che necessita di essere onorata e riscoperta, soprattutto per quanto riguarda quella nata in Italia. Infatti, sia nei fumetti di Diabolik che in quelli di Valentina, ritroviamo racconti di fantasia che parlano, però, dei problemi reali del nostro Paese. L’obiettivo del murales, quindi, è quello di celebrare i fumetti che, ancora oggi, ci fanno crescere e riflettere.

Fonti: thecolorsofmilano.com, milanosud.it

Continua a leggere con: 7 FUMETTISTI milanesi che hanno creato PERSONAGGI noti in tutto il MONDO

MATTEO GUARDABASSI



Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.