Arriva NAPA: sarà la nuova NOLO?

Dove si trova e come si sviluppa Na.Pa, il primo distretto a tema di Milano

credits: napa milano fb

Dopo il successo di NoLo, il distretto urbano a Nord di Loreto, dall’altra parte della città nasce Na.Pa. Non è solo un quartiere ma un distretto a tema. Ma in che cosa consiste questo distretto?

Arriva NAPA: sarà la nuova NOLO?

# La zona del Naviglio Pavese mira a essere valorizzata

credits: gamberorosso.it

Na.Pa, ovvero Naviglio Pavese, è un vero e proprio distretto urbano all’interno del Municipio 5 che nasce dall’iniziativa di un gruppo di ristoratori. Il nome è stato registrato lo scorso anno, a giugno per l’esattezza, e il suo obiettivo è quello di valorizzare il quartiere, creando un dialogo tra centro e periferia in grado di rafforzare la connessione tra le persone e la realtà della zona.


La realizzazione del distretto gastronomico è un modo di fare squadra e raccontare un territorio poco noto, ma davvero meraviglioso, la cui eccellenza va oltre il cibo e che merita di essere valorizzato e conosciuto.

# Il primo distretto a tema di Milano 

credits: napa.mi IG

I soci fondatori di Na.Pa sono 14 e tra essi si possono trovare ristoranti e bar, ma anche cantine, trattorie e hub gastronomici. Facendo rete, queste realtà stanno cercando di far conoscere le eccellenze di questa zona, attraverso il filo rosso che le unisce: il cibo come cultura.

Come affermano i fondatori, solo facendo squadra tra le realtà della zona, si possono promuovere iniziative che valorizzino l’esperienza e le competenze delle persone che vivono al suo interno. Proprio per questo Na.Pa non si limita ad essere un’associazione di commercianti, ma un comitato, un vero e proprio distretto di cui fanno parte anche istituzioni, organizzazioni del terzo settore e privati cittadini.



# Lo chef Sadler e le richieste al Governo

credits: agrodolce.it

Tra i ristoratori di Na.Pa spicca un nome: Claudio Sadler, una stella Michelin e un Ambrogino d’Oro. Durante il lockdown di marzo, lo chef è stato tra i primi ad aderire all’idea di realizzare un delivery a marchio Na.Pa, box gastronomiche realizzate a 4 mani da due ristoranti per volta.

Lo spirito del distretto, perciò, non sembra essere stato intaccato dalla pandemia, anche se le consegne a domicilio sono solo un modo per tirare avanti, una toppa e non certo la soluzione definitiva. Come affermato da Sadler, ma anche da moltissimi altri ristoratori, la richiesta al governo è una sola: poter lavorare.

Fonte:mitomorrow.it

Continua la lettura con: Un DOPPIO RESTYLING per il QUARTIERE FORLANINI 

CHIARA BARONE

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.