Il cocktail da casa made in MILANO

La start up per diventare perfetti bartender in pochi minuti

Credits: @niococktails NIO cocktails

Non poteva che essere una soluzione 100% MADE IN MILANO. Parliamo di NIO, start up
meneghina, che produce cocktail di altissima qualità già miscelati e custoditi in un packaging iconico e di design.

Il cocktail da casa made in MILANO

#Un po’ di ghiaccio ed il gioco è fatto

Credits: @niococktails
NIO cocktails

Diventare un professionista dei cocktail oggi è ancora più semplice. Basta prendere una
confezione di NIO, strapparla e versarla in un bicchiere con ghiaccio. Facile a dirsi così come a farsi. Si tratta a tutti gli effetti di un espediente molto comodo per gustare un vero drink ovunque si voglia, senza più limiti e sempre a portata di mano. Ma non chiamateli semplicemente cocktail “domestici”. Tra i clienti di NIO rientrano anche hotel
con i propri servizi in camera, compagnie aeree, ristoranti, catering, organizzatori di eventi e matrimoni, attività del mondo travel e tanti altri.

Inoltre, il packaging è studiato in tutti i minimi dettagli. È composto essenzialmente da due elementi: il cartoncino esterno, tra l’altro personalizzabile e sul quale è possibile leggere tutte le informazioni del prodotto, e la pellicola di plastica alimentare, espressamente realizzata per mantenere inalterato nel tempo il suo contenuto alcolico all’interno.

# Come tutto nasce

Credits: @niococktails
NIO cocktails

Come nasce un’idea del genere? Semplice, dall’esperienza pratica. L’intuizione viene al milanese Luca Quagliano, costretto, dopo la nascita del secondo figlio, a vedere i propri amici solamente invitandoli a casa. Niente più uscite nei locali e quindi niente più cocktail preparati come si deve. Ne parla all’amico Massimo Palmieri, titolare di un’agenzia di marketing, che subito ne crea logo e nome: Need Ice Only, “Basta solamente il ghiaccio”.

Una curiosità? Inizialmente, si presentava un ostacolo burocratico non da poco. L’Agenzia delle dogane e dei monopoli, infatti, non aveva mai concesso prima una licenza per la produzione di cocktail imbottigliati e confezionati nello stile di NIO. Soltanto un anno e mezzo dopo arriverà a riconoscerne una realizzata espressamente ad hoc. Nasce quindi la partnership con il Master Mixologist Patrick Pistolesi, proprietario del Drink Kong di Roma, 16° nella classifica “The World’s Best Bars” del 2022. Classifica in cui rientrano anche due locali milanesi, il 1930 al 35° posto e Camparino in Galleria al 73°.

#Una lista di drink che non finisce più

Credits: @niococktails
NIO cocktails

Sono tantissimi i flavours da degustare, da quelli alla frutta, a quelli aspri, da quelli dolci a quelli amari. Presenti anche raffinate combinazioni con vodka, tequila, whisky, rum e gin. E per chi fosse astemio o fosse il fantomatico guidatore designato per riportare tutti a casa, NIO viene in soccorso con una linea dedicata agli analcolici. Ovviamente non mancano i grandi classici della Mixology mondiale, dal nostrano Negroni, passando per gli esotici Margarita e Daiquiri ed approdando agli anglofoni Manhattan e Espresso
Martini.

#NIO è anche tanto altro

Credits: @niococktails
NIO cocktails special edition

Per i meno esperti nell’arte dei drink auto-preparati è possibile acquistare anche le forme per realizzare cubetti e sfere di ghiaccio oppure i classici bicchieri di cristallo per cocktail.
Se, invece, si desidera festeggiare un’occasione particolare oppure portare qualcosa ad una cena in casa tra amici, NIO offre una vasta gamma di soluzioni, anche personalizzate su misura e sempre caratterizzate da un design raffinato e ricercato. Sono numerose, infatti, le Limited Edition Special Collections e le Gift Ideas per condividere un’emozione. Nascono le box in stile natalizio o romantico, a tema Calendario dell’Avvento oppure in collaborazione con famosi brand di alcolici, come Cardamaro, Portofino Gin oppure Selvatiq.

Continua la lettura con: I 7 LOCALI TOP di Milano secondo il NEW YORK TIMES

CARLO VITTORIO MATRONE

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedenteQuelle DIABOLIKE sorelle GIUSSANI
Articolo successivoIl video del giorno: CALENDA canta BELLA CIAO all’Arco della Pace
Creativo. Curioso. Innamorato follemente di Milano. Appassionato di digital marketing e quiz di logica, studioso di storia contemporanea e di geopolitica, ascoltatore di musica rap. Mi piacciono le situazioni sfidanti e ritengo che ci si debba mettere sempre in discussione. Credo fermamente nel volontariato e penso che un sorriso di riconoscimento sia il più grande ed unico ringraziamento che si possa e debba ricevere. Il mio motto? “Siamo in ballo, balliamo”. Il mio segreto? Guardo i video su YouTube solamente a velocità 2x.