Le MULTE più STRANE che si possono ricevere a MILANO

Alcune sono davvero assurde. Scopriamo quali sono

Pecore in duomo

A Milano si può essere multati per delle situazioni assurde oltre che improbabili. Scopriamo quali sono.

Le MULTE più STRANE che si possono ricevere a MILANO

#1 Lasciare la bicicletta sui prati

Credits: cittametropolitana.it

I più rispettosi dell’ambiente che sono soliti muoversi in bicicletta potrebbero correre il rischio di essere sanzionati se vengono scoperti a lasciare il proprio mezzo sugli spazi erbosi: l’importo della multa sarà di 15 euro e 49 centesimi.


#2 Stendere il bucato su davanzali esposti alla pubblica vista

Credits: internazionale.it – Casa a ringhiera

Stendere il bucato sul proprio balcone o terrazzo può portare a ricevere una fastidiosa multa. Si dovranno pagare 40 euro se vengono messe ad asciugare mutande, calze e altri panni sui davanzali delle facciate condominiali in un luogo esposto alla pubblica vista.

#3 Sostare sul marciapiede con oggetti troppo voluminosi e sporchi

Nel regolamento comunale è indicata una sanzione di 40 euro per chi viene sorpreso sul marciapiede con oggetti troppo voluminosi, sporchi o che rischiano di imbrattare i passanti.

#4 Mostrare “deformità ributtanti” 

Il mancato rispetto del decoro personale è uno delle situazioni passibili di multe. In particolare mostrare “nudità, piaghe o deformità ributtanti” è sanzionabile con 40 euro.



#5 Uscire da un wc pubblico con gli abiti in disordine

Al pari di sdraiarsi alla pubblica vista, è prevista una sanzione di 40 euro anche per chi viene colto uscire da un gabinetto pubblico con gli abiti in disordine.

#6 Fare pascolare il gregge in città

Pecore in duomo

Una sanzione di 50 euro è prevista per il pastore che porti a pascolare il proprio gregge in città, che sia piazza Duomo o il Parco Sempione poco importa.

#7 Trasportare una salma in auto

La multa più curiosa è salata spetta a chi decida di trasportare una salma priva dell’idoneità sanitaria nella propria auto. Questa violazione è presente nel prontuario comunale 2013 e costa al  3.098 euro.

Fonte: Repubblica.it

Continua la lettura con: Le TASSE più ASSURDE che si pagano in Italia

FABIO MARCOMIN

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

Leggi anche: I giornalisti da salotto e le piazze che ribollono

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.