Le 7 ZONE di Milano che stanno più ANTIPATICHE ai milanesi

Scopriamo quali sono i quartieri di Milano più antipatici per i milanesi

Credits: @dimitrisvetsikas1969 (pixabay)

In un sondaggio su: “La zona di Milano che ti sta più antipatica?“, questi sono i risultati emersi. 

Le 7 ZONE di Milano che stanno più ANTIPATICHE ai milanesi

#7 Il Quadrilatero della Moda, l’ostentazione del lusso

Credits Andrea Cherchi – Via Gesù

Il Quadrilatero della Moda è il quartiere del lusso per eccellenza, dove tutto è ostentato e dove la maggioranza dei milanesi può solo osservare dall’esterno le vetrine dei negozi delle maison di moda. L’antipatia è un misto di fastidio per qualcosa di eccessivo insieme a un pizzico di invidia per non essere tra i pochi eletti a potersi permettere capi firmati o di vivere in uno dei quartieri più chic di Milano.


#6 Cinque Giornate, vorrei ma non posso

Credits lucaroveta___ IG – Piazza Cinque Giornate

La zona di piazza Cinque Giornate è un po’ vorrei ma non posso. Palazzi lussuosi e aria snob pur essendo fuori dalla Cerchia dei Bastioni e quindi dal vero centro nevralgico di Milano. Il fatto di “tirarsela” senza alcuna ragione lo rende uno dei quartieri più antipatici, così come quell’assenza di identità e di spirito di quartiere che invece caratterizza altre zone. 

#5 Duomo, il regno di turisti e ambulanti

Credits Andrea Cherchi – Duomo di Milano dall’alto

Anche il quartiere che si apre attorno al Duomo risulta tra i più antipatici ai milanesi. Gente spocchiosa, turisti, forestieri, ambulanti che provano a vendere le cose più inutili in maniera insistente. Inoltre durante il weekend la zona si trasforma ricevendo masse di persone che arrivano dai dintorni. Per motivi a volte opposti, “troppo chic” o “troppo di forestieri”, l’area attorno al simbolo di Milano genera fastidio e tiene alla lontana molti milanesi. 

#4 Nolo, quartiere troppo fighetto

Nolo -North of Loreto

Un tempo quartiere popolare, la zona incastonata tra Greco, Casoretto e Turro viene sempre più spesso scelta da studenti, giovani professionisti e creativi attratti da prezzi più accessibili delle case e degli affitti e dall’atmosfera multiculturale. L’operazione di marketing che l’ha ridenominato Nolo, North of Loreto per imitare Soho a New York che sta per South of Houston Street, l’ha reso un quartiere secondo molti troppo fighetto, con la puzza sotto il naso senza però avere alcun riscontro nel paesaggio o nelle attrazioni della zona. 



#3 Navigli, movida fuori controllo

Credits: @spritznaviglimilano
Bar Navigli

I Navigli e tutta la zona di Porta Ticinese sono una delle mete principali della movida e degli aperitivi in città. Un susseguirsi di locali aperti fino a tarda notte dove poter bere e mangiare qualsiasi cosa a prezzi abbordabili. Il risultato è gente ubriaca, schiamazzi notturni e bicchieri e bottiglie sparsi lungo la strada. Un’atmosfera che attira molti universitari ma tiene alla larga altre fasce di età. 

#2 Bovisa, la perdita di un’identità contadina e popolare

Credits: Andrea Cherchi

Anche la Bovisa si posiziona ai vertici della classifica dei quartieri antipatici ai milanesi. Un tempo zona contadina e industriale della città con una sua grande identità di paese, si è poi trasformata, forgiata in gran parte dalla presenza del Politecnico. Il suo nuovo carattere di polo di innovazione e di creatività provoca rigetto in chi era affezionato a un quartiere borgo tra i più identitari della città. A questo si aggiunge la tradizionale rivalità con i quartieri confinanti che la vedono un po’ come un corpo estraneo.  

#1 Corvetto, troppo pericoloso e brutto

Credits Andrea Cherchi – Piazzale Ferrara

Il quartiere più antipatico in assoluto secondo i milanesi è quello di Corvetto. Tra i fattori principali c’è l’alto tasso di criminalità a causa dell’elevata presenza di residenti stranieri. Anche la maggioranza dei palazzi sono alquanto brutti, anonimi e spesso in uno stato pessimo. Una parte della città che sta diventando sempre più un simbolo di degrado. 

Continua la lettura con: Le COSE più ODIATE a Milano

MILANO CITTA’ STATO

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


1 COMMENTO

  1. Trovo che gli articoli su Milano siamo spesso fuori luogo, questo in particolare ma soprattutto quello delle zone pericolose: io abito a Lambrate e non è vero quello che avete scritto.
    Anche questo è assurdo: sono zone bellissime di Milano e voi le mettete come le più antipatiche su milanesi!!!
    Ma voi siete milanesi????
    Non credo proprio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here