Le 7 BAND milanesi TOP degli ultimi trent’anni

La nostra speciale hit parade delle band milanesi dal 1990 ai giorni nostri

credits: inartemorgan.it

A Milano si sono alternate, negli anni, formazioni musicali fra le più svariate, confermando una tendenza artistica all’avanguardia che, a partire dagli anni del boom economico in avanti, vedeva nel capoluogo lombardo la sede principale dell’espressione degli artisti emergenti. Vuoi per la presenza di alcune importanti etichette discografiche, per le prime trasmissioni di spettacolo o per influenze derivanti dal Regno Unito e gli Stati Uniti, prima di esplodere nel resto d’Italia le influenze musicali trovarono affermazione qui.

Negli ultimi trent’anni il mondo è cambiato tantissimo e la musica non è stata da meno, ma ciò non ha invertito la tendenza. Vediamo dunque i 7 gruppi milanesi top nati all’ombra della madonnina negli ultimi trent’anni.


Le 7 BAND milanesi TOP degli ultimi trent’anni

#1 Gli articolo 31 e le loro hit indimenticabili degli anni ‘90

credits: lagazzettadellospettacolo.it

Il duo milanese composto da Alessandro Aleotti e Luca Perrini, meglio conosciuti come J-Ax e Dj Jad, pubblica il loro primo album “Strade di Città” all’inizio degli anni ‘90, dando vita a un lento sdoganamento del genere hip-hop, portato in Italia per la prima volta da Jovanotti. Criticati spesso per aver “commercializzato” troppo il rap, una delle quattro branche del movimento hip-hop, si sono tuttavia fatti una strada e una fama con hit indelebili come Tranquifunky e Ohi Maria.

#2 Gli psichedelici Bluvertigo

credits: inartemorgan.it

La band di Marco Castoldi, in arte Morgan, nacque a Monza grazie all’amicizia con Andy Fumagalli, raggiungendo picchi di ascolti e vendite alla metà degli anni’90. Innovativi, psichedelici e con un amore incondizionato per le ispirazioni new wave dei Kraftwerk e dei Depeche Mode, i Bluvertigo si sciolgono più volte, l’ultima nel 2017. Anche se di recente, Morgan ha annunciato che è in cantiere un progetto per una nuova reunion.



#3 Camerata mediolanense: ispirazione ottocentesca e neofolk

credits: en.wikipedia.org

Fra le formazioni rappresentative del panorama musicale antico/neoclassico troviamo la band nata a Milano nel 1994 da un’idea di Elena Previdi, che ha pubblicato più di dieci album ed è molto ascoltata anche in Spagna, Francia e Paesi Bassi. Alla lirica ottocentesca, affianca anche ispirazioni neofolk e arcane sonorità del mondo pagano.

#4 La band rock-metal Lacuna Coil

credits: cagliaripad.it

La band alternative metal che ha pubblicato 11 album, 9 studio e 2 raccolte è costituita, fra gli altri, da Andrea Ferro e Cristina Scabbia. Molto attivi negli eventi musicali di mezza Europa, i Lacuna Coil hanno suonato anche in America e, come spesso accade nelle rock/metal band, hanno avuto molti innesti musicali, riorganizzando la formazione originale più e più volte dal 1994 in avanti.

#5 Le vibrazioni neo beatelsiane

credits: mentelocale.it

Band pop-rock nata a Milano nel 1999, hanno avuto un discreto successo grazie al singolo Dedicato a te che, ottenendo il disco di platino, anticipa il primo album Le vibrazioni, che venderà 300mila copie. Si scioglieranno nel 2012, per riprendere poi l’attività dal 2017 e partecipare anche a Sanremo 2018.

#6 I Crookers e il brano per i terremotati

credits: it.wikipedia.org

Gruppo electro house fondato nel 2003 dal duo Phra e Bot, si fanno strada con una serie di remix di famose hit degli anni 2000. Nel 2012 Phra prosegue il lavoro da solista, dopo l’abbandono di Bot, e grazie alla collaborazione con Fabri Fibra dà vita al singolo L’Italiano balla, devolvendo i ricavi in beneficienza per i terremotati dell’Emilia. 

#7 Underground ed originali: Calibro 35

credits: youtube.com

Sicuramente fra le band più originali del panorama underground, miscelano vari generi con una predilezione per il funk-jazz, ma la loro particolarità sono le sonorità rock ispirate ai film polizieschi degli anni’70. Il nome del gruppo, ovviamente, deriva dal formato pellicola 35 mm del cinema.

Alcune di queste band sono note, mentre altre sono meno conosciute e sono rimaste ben ancorate all’underground. Qual è la vostra preferita? E quali altre band avreste voluto vedere nel nostro elenco? Diteci la vostra e saremo ben lieti di parlarne nel nostro prossimo articolo a tema musicale.

 

Continua a leggere: La scena musicale ROCK milanese degli ANNI ’90 

CARLO CHIODO

Riproduzione vietata ai siti internet che commettono sistematica violazione di copyright appropriandosi contenuti e idee di altri senza citare la fonte.

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.