La TRASFORMAZIONE dei MERCATI RIONALI di Milano: quelli rifatti e quelli in attesa di una RIQUALIFICAZIONE

Sempre più punto di attrazione nel quartiere

0
Credits Andrea Cherchi - Piazzale Ferrara

Negli ultimi anni è entrato nel vivo il piano del Comune di Milano di rinnovo o rigenerazione dei mercati rionali coperti della città. Alcuni sono rinati, molti altri attendono di farlo nei prossimi anni.

La TRASFORMAZIONE dei MERCATI RIONALI di Milano: quelli rifatti e quelli in attesa di una RIQUALIFICAZIONE

# I mercati rinati negli ultimi anni

Credits mariannaiandolo IG – Mercato Isola

Il Comune di Milano ha messo in campo da alcuni anni un piano per la rigenerazione o il rinnovo dei mercato rionali coperti disseminati nella città. Tra quelli rinati recentemente ci sono i mercati di Santa Maria del Suffragio in zona Porta Vittoria, con l’approdo del panificio di Davide Longoni, di Wagner in zona Porta Vercellina, di Lorenteggio e di piazzale Lagosta nel quartiere Isola. A questo si aggiunge il nuovo mercato di via Chiarelli in zona Lampugnano, riqualificato con anche l’eliminazione dei problemi di infiltrazione grazie a un investimento di 700 mila euro. 

# Due sono alla fase esecutiva

Due mercati pronti per rinascere sono quelli di Rombon in zona Lambrate e di piazza Prealpi in zona Cagnola. Il primo è in fase di riqualificazione e la gestione è stata presa in carico da Sogemi, la società che gestisce i mercati agroalimentari di Milano tra via Lombroso e via Varsavia, per il secondo è in fase di stipula l’accordo con un consorzio di operatori interni che ha vinto il bando pubblico e il cantiere partirà entro la fine dell’estate.

# Sono 21 i mercati in attesa di essere riqualificati

Credits Andrea Cherchi – Piazzale Ferrara

Sono invece ancora 21 i mercati da riqualificare o rivitalizzare. Tra questi in cantiere ce ne sono quattro: quello di piazzale Ferrara al Corvetto, del Gratosoglio, di Montegani in zona Chiesa Rossa e al Giambellino. Per tutti quanti Palazzo Marino è alla ricerca di un operatore che possa occuparsi della loro gestione. Si è concluso poi l’avviso pubblico per coprire gli stalli rimasti vuoti nel mercato di piazza Fusina all’Acquabella, che attende quindi di essere rivitalizzato con le nuove attivtà in arrivo.

Il piccolo mercato di Ponte Lambro è l’unico punto del quartiere con negozi di prossimità, come bar, panetteria, macellaio e calzolaio, e necessita quanto prima di essere riqualificato. Stesso discorso per quello nel quartiere Sant’Ambrogio, in zona Barona, dove il mercato coperto ha pochi negozi aperti e una struttura obsoleta. Queste arre scontano anche un contesto di degrado che influisce sull’interesse di nuovi operatori commerciali.

I Libri di Milano Città Stato a casa tua: scopri come fare

Un altro mercato coperto che potrebbe diventare una meraviglia, che già oggi è uno dei più belli della città, è quello nel quartiere NoLo in di viale Monza 54 angolo con via Pietro Crespi. Progettato nel 1933 dell’architetto Luigi Lorenzo Secchi e dall’ingegnere Umberto Massari avrebbe bisogno di un ingente investimento, insostenible dal Comune di Milano, vista anche le sue grandi dimensioni: oltre 1.300 mq di superficie e una navata centrale ad arco alta 16 metri con la volta protetta dalla Soprintendenza.

Tra gli altri mercati da rinnovare ci sono ad esempio quelli in zona sud ovest, Baggio e quartiere degli Olmi, e quello di piazzale Selinunte.

# Il mercato della Darsena già da rifare

Credits Andrea Cherchi – Darsena e navigli dall’alto

La sorpresa, in negativo, è per il mercato realizzato in Darsena nel 2015 in occasione della riqualificazione dell’ex porto di Milano. Secondo l’Assessore allo Sviluppo Economico di Milano, Alessia Cappello, come riportato dal Corriere della Sera, sarebbe già da ripensare a soli 8 anni dalla sua costruzione, al posto di quello fatiscente presente in zona, in quanto non riuscirebbe a garantire gli standard di qualità della zona rinnovata dopo anni di degrado e sarebbe quindi da ripensare. Lo stesso discorso andrebbe estese anche alla stessa Darsena dato che la sua rinascita in occasione dell’Expo non è ha portato con sè un progetto di qualità sia per il design che per la scelta dei materiali.

Leggi anche: NUOVA DARSENA ancora in alto mare: cosa manca per completare il RESTYLING

Fonte: Urbanfile

Continua la lettura: Gli imperdibili MERCATI VINTAGE di Milano

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedenteLe FONTANE più AMATE di MILANO
Articolo successivoIl video del giorno: NavigaMi, in CROCIERA a MILANO
Fabio Marcomin
Giornalista pubblicista. Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia. Il mio background: informatica, marketing e comunicazione. Curioso delle nuove tecnologie dalle criptovalute all'AI. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.