Bicocca Pavillion, l’avveniristico innovation hub nel cuore del quartiere

Un'agorà dove sviluppare e far nascere nuove imprese ad alto potenziale di crescita grazie ad una particolare metodologia. Scopriamo come è stato progettato e quando sarà pronto

0
Bicocca Pavilion_stacking plan

Inserito all’interno di un progetto di rigenerazione urbana di un intero isolato, in una piazza verde, l’innovation hub della Bicocca si presenta come un’agorà dove sviluppare e far nascere nuove imprese ad alto potenziale di crescita. Scopriamo il progetto nel dettaglio e quando è prevista l’inaugurazione.

Milano città stato è anche su Youtube: clicca qui per il canale con i video su Milano. Puoi iscriverti, ti aspettiamo

Bicocca Pavillion, l’avveniristico innovation hub nel cuore del quartiere

# Presentato il progetto del Bicocca Pavillon, al centro di una rigenerazione urbana di un intero isolato

Presentazione Bicocca Pavilion (1)_Ph. Emanuele Cardinali

Il 10 giugno 2024 presso BiM, in viale dell’Innovazione 3, è stato presentato il Bicocca Pavillon. BiM è un importante progetto di rigenerazione urbana di un intero isolato nel cuore della Bicocca, promosso ermont Capital e Kervis SGR insieme MTDM – Manifattura Tabacchi Development Management, che ha l’obiettivo di riqualificare in una logica di ‘retrofitting’ gli edifici situati in viale Piero e Alberto Pirelli 10 e in viale dell’Innovazione 3. Tra questi si inserisce l’avveniristico innovation hub a firma dello studio di architettura Piuarch, che insieme ad Antonio Perazzi ha curato tutto il progetto di rigenerazione dell’area.

# Un edificio a forma libera sviluppato su 800 mq con una facciata che alterna allumino e vetrate

Bicocca Pavilion_stacking plan

Il Bicocca Pavilion si sviluppa su una superficie di 800 mq e due piani piani fuori terra e uno interrato, nella grande piazza verde di BiM, con “una forma libera, quasi circolare, che riflette la molteplicità di funzioni ospitate al suo interno. ”

BiM_piazza e Bicocca Pavillon_2

“La struttura bianca è ritmata dalla presenza di elementi perimetrali verticali, inclinati e sfalsati tra loro per creare un’impressione di movimento, e rimanda alla presenza fluida degli alberi del giardino. La facciata alterna elementi opachi in alluminio, che riflettono il contesto verde, e vetrate trasparenti, che consentono alla luce naturale di entrare negli spazi quasi senza ostacoli, rompendo la divisione tra interno ed esterno.”

I Libri di Milano Città Stato a casa tua: scopri come fare

# Un ecosistema evoluto di imprese e professionisti

Bicocca Pavilion_disegno.jpg

È stato pensato per ospitare un ecosistema evoluto di imprese e professionisti, favorendo il dialogo e le sinergie attraverso un’architettura flessibile e funzionale, che risponde ai più elevati standard in termini di sostenibilità e tecnologia.

Al piano terra, aperto al pubblico, è previsto uno spazio flessibile che accoglie una caffetteria, un’arena per incontri e talk, eventi pubblici, spazi di studio e lavoro e una ciclofficina. Gli spazi sono destinati a ospitare iniziative di impatto sociale su innovazione e tecnologia.

Bicocca Pavilion_pianta piano primo

Al primo piano sono previsti uffici flessibili, sale riunioni e aree comuni destinati ad aziende, istituti di ricerca, start-up, Università e spin-off universitari. Il fine di questi spazi è sviluppare progetti di business, innovazione e imprenditorialità. L’accesso sarà possibile attraverso una membership che comprenderà servizi dedicati, volti a favorire il networking tra le diverse realtà e la realizzazione di idee innovative.

Disponibile inoltre per i membri l’accesso ad un auditorium, una palestra e a un deposito biciclette con moderne end-of-trip facilities (lockers, docce e bagni dedicati).

# La piattaforma digitale per condividere iniziative e progetti

Una piattaforma digitale avrà lo scopo di condividere con l’ecosistema tutte le iniziative e i progetti che nascono all’interno dell’edificio: un luogo di aggregazione virtuale in cui il dialogo prosegue e si amplia, coinvolgendo un bacino ancora più ampio di utenti.

# Gli obiettivi del Bicocca Pavillon

BiM_Bicocca Pavilion_interno Pavilion_3

Il fine ultimo del Bicocca Pavillon è stimolare la creazione di una community ampia e inclusiva formata da studenti, ricercatori, visitatori, professionisti, artisti, creativi, promuovendo lo scambio tra talenti e punti di vista diversi per arrivare allo sviluppo di eventi, progettualità e business di valore in termini sociali, culturali ed economici. 

Il supporto strategico di Cariplo Factory consentirà di far convergere le migliori competenze sia nell’ambito delle scienze sociali sia in ambito deep tech per dar vita a progetti di open innovation e di creazione di nuove imprese ad alto potenziale di crescita attraverso la metodologia del venture building. 

# Il processo del venture building

BiM dall’alto

Come funziona il venture building? Partendo dall’individuazione e dalla definizione di un’esigenza di mercato, i vari attori dell’ecosistema del Bicocca Pavilion avranno l’opportunità di creare una start-up da zero e lanciarla sul mercato. Potranno farlo inoltre con più probabilità di successo rispetto ai meccanismi tradizionali perchè l’approccio è più concreto e analitico. Avranno a disposizione, in modo privilegiato, delle risorse uniche dell’Università di Milano-Bicocca, come le competenze nella ricerca applicata e traslazionale, il portafoglio di brevetti, le attrezzature, i laboratori e l’accesso a una comunità di talenti composta da studenti, ricercatori, data analyst e altri professionisti.

L’inaugurazione dell’edificio è programmata per l’inizio del 2025.

Continua la lettura con: 5 creazioni delle archistar attese nei prossimi anni a Milano

FABIO MARCOMIN

Milano città stato è anche su Youtube: clicca qui per il canale con i video su Milano. Puoi iscriverti, ti aspettiamo

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedenteSul passante a Milano si viaggia gratis?
Articolo successivoI 5 negozi più innovativi di Milano: dove andare quando non sai cosa vuoi
Fabio Marcomin
Giornalista pubblicista. Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia. Il mio background: informatica, marketing e comunicazione. Curioso delle nuove tecnologie dalle criptovalute all'AI. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome