I migliori CO-WORKING di Milano: i posti dove lavorare in compagnia

Chi è Brad Neuberg?

Credits: @gabrio_mc Talent Garden

Chi è Brad Neuberg? A molti questo nome non dirà nulla, eppure questo nome è legato ad uno dei fenomeni più importanti del lavoro e, in un certo qual modo, del mercato immobiliare. Per professionisti e per aziende, il luogo di lavoro è fondamentale, ma non sempre i prezzi sono accessibili da giustificare questo tipo di investimento. L’ingegnere informatico Brad Neuberg, partendo da questo concetto, fonda, nel 2005, il San Francisco Coworking Space, un luogo dove liberi professionisti, smartworkers o start upper possono affittare spazi e lavorare condividendo il luogo con altri professionisti.

A dire il vero, già nel 1995 a Berlino era stato aperto il C-Base dove si incontravano  persone con interessi comuni, spesso riguardanti l’informatica e la tecnologia e iniziavano a collaborare e/o socializzare. A New York, il 42 West 24 offriva postazioni di lavoro flessibili. Il concept di community nasce, quindi, negli anni ‘90, ma solo nel nuovo millennio si è diffuso a macchia d’olio e al giorno d’oggi rappresenta una delle realtà più remunerative e più ricercate nel mondo della tecnologia.


I migliori CO-WORKING di Milano: i posti dove lavorare in compagnia

# Milano e il co-working

Milano è da sempre considerata la capitale economica, tecnologica e la più innovativa città d’Italia. Nasce da sé, quindi, che il fenomeno del co-working, abbia trovato qui terreno fertile. Milano ha capito subito le potenzialità del fenomeno che, studi alla mano, ha dimostrato che la condivisione di spazi aumenta produttività e creatività. Nel giro di pochi anni, start up innovative e liberi professionisti hanno optato per questa tipologia di locazione. Lontana dal concetto del classico ufficio, una soluzione fresca, flessibile e sicuramente divertente. quello che ne segue sono solo alcuni esempi di spazi co-working a Milano, ma vi posso assicurare che è sufficiente fare un giro in rete per trovare centinaia di soluzioni più diverse.

# Spazio Copernico in zona Centrale

start up Copernico-Milano
start up Copernico-Milano

Situato in zona Stazione Centrale, è sicuramente uno dei luoghi dove innovazione e tecnologia sono dogmi imprescindibili. Lo spazio offre singoli uffici per liberi professionisti, ma anche spazi più grandi per riunioni e meeting. Spazi completamente insonorizzati per garantire tranquillità e discrezione. L’offerta è resa ancora più allettante grazie alla presenza di un servizio pulizia giornaliera, di una caffetteria e di una palestra

# Talent Garden con piscina inclusa

Credits: @gabrio_mc
Talent Garden

Non molto distante dallo spazio Prada, nasce Talent Garden un’azienda che decide di puntare tutto sul co-working, aprendo diversi uffici a Milano, per poi espandersi, nel giro di poco tempo, in tutto il mondo. La presenza caffetteria, ristorante, piscina, sale relax, fanno gola a tutte le persone e i professionisti che cercano un ambiente stimolante e dinamico.



# Regus amato dalle aziende

Credits: @real_team_tv
Regus

È diametralmente la soluzione opposta a Talent Garden. Come questa è un network diffuso in tutta Italia. Regus apre la sua sede in zona Bisceglie offrendo spazi più tradizionali e vicini al classico ufficio. È il luogo preferito dalle aziende più che dai liberi professionisti, ma anche da scrittori o giornalisti che cercano un luogo dove poter scrivere indisturbati.

# Santeria, un luogo di ritrovo

Credits: puntarellarossa.it
Santeria Club

Nasce in Città Studi e si distingue subito dagli altri offrendo non solo spazi di lavoro e area bar/caffè, ma presentandosi come luogo di ritrovo nel bellissimo cortile esterno, area piccoli concerti e libreria. Dopo qualche anno, grazie alla risposta positiva dei fruitori, apre Santeria Club, in via Tibaldi che ha ospitato numerosi concerti sia di artisti di nicchia sia quelli mainstream.

# QF Work Baby, per chi deve lavorare e curare i propri figli

Credits: @qfmilano
QF Work Baby

Non molto distante dalla Fabbrica del vapore, c’è chi ha pensato anche ai bambini. Lo spazio oltre ad offrire desk lavorativi, è il luogo ideale per chi è costretto a conciliare lavoro e gestione infantile. Un’area della struttura è interamente dedicata ai nostri piccoli grazie alla presenza di giochi, attrezzature e personale incaricato che si occupa dell’area come se fosse una vera e propria ludoteca. Un luogo che si avvicina molto al concept americano delle grandi aziende.

# Base, la casa dei creativi

Credits: @base_milano
BASE

Via Tortona da anni è il cuore pulsante del design milanese. Non molto distante e, per la precisione, in via Savona c’è Base che negli anni è diventata un po’ la casa di tutti i creativi e di chiunque cerchi soluzioni smart. 2000 metri quadri di scrivanie, laboratori, aree riunioni immersi nel totale silenzio e tranquillità, dove l’unica parola d’ordine è fare networking.

# Altri luoghi

Credits: @upcyclebikecafe
upcycle bike cafe

Sono da citare sicuramente:

  • YoRoom, situato in quartiere Isola
  • Coffice in pieno centro
  • Upcycle, in zona Lambrate e dedicato al mondo della bicicletta.

Continua la lettura con: I 5 migliori BAR da usare come UFFICIO a Milano

MICHELE LAROTONDA

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.

 


Articolo precedenteBABY SITTER: e se la chiamassimo in milanese?
Articolo successivoInaugurato il primo PONTE RETRATTILE del mondo: si srotola con lo smartphone
Michele Larotonda nasce a Potenza nel 1977, ma vive e lavora a Milano. Da sempre appassionato al mondo della scrittura partecipa a un corso di scrittura creativa che lo fa avvicinare al mondo del cinema scrivendo sceneggiature per alcuni cortometraggi che hanno avuto visibilità in rassegne specializzate a Milano e a Roma. Scrive e conduce il programma radiofonico I 2 della Stangata andato in onda su Radio 2.0. Nel 2018 esordisce con il romanzo IL SOGNOSCURO (Link edizioni) e il 2020 è la volta di DA UN’ALTRA PARTE (PAV edizioni). Collabora con i portali Sul Romanzo e RockShock.