Le 7 VILLE STORICHE più BELLE nei dintorni di MILANO

Scopriamo dove sono e cosa le rendono uniche

Credits cat_alexis_ph IG - Villa Litta Lainate

L’hinterland di Milano è capace di stupire con delle bellezze inaspettate, come queste sette storiche ville. Dove sono e cosa le rendono uniche.

Le 7 VILLE STORICHE più BELLE nei dintorni di MILANO

 


#1 Villa Besozzi Casati Visconti di San Vito, a Cologno Monzese, costruita sull’antico basamento di una casa fortificata

Credits lombardiabeniculturali – Villa Besozzi Casati

Villa Besozzi Casati Visconti di San Vito a Cologno Monzese è stata edificata sull’antico basamento di una preesistente casa fortificata. A seguito di numerosi e importanti interventi di ristrutturazione e modifica, nel corso della sua storia, ha assunto la sua conformazione attuale nella XVII secolo, quando fu acquisita dai nobili Besozzi. Oggi è sede del Comune e della Biblioteca Civica.

#2 Villa Ghirlanda Silva, a Cinisello Balsamo, una delle dimore estive dei nobili milanesi

Credits ciniselloonline IG – Villa Ghirlanda Silva

Villa Ghirlanda Silva, a Cinisello Balsamo è una villa nobiliare del XVII secolo, attualemente di proprietà del Comune. È una delle ville di delizia, le dimore suburbane costruite dai nobili milanesi per il loro soggiorno estivo fuori dalla città. All’interno del complesso si trova un elegante giardino all’inglese, ad uso di parco cittadino. 

Leggi anche: VILLA CLERICI, la “Villa delle delizie” a Niguarda



#3 Villa Litta a Lainate, famosa per il suo ninfeo e il suo parco

Credits cat_alexis_ph IG – Villa Litta Lainate

La Villa Visconti Borromeo Arese Litta, meglio conosciuta come Villa Litta di Lainate, risale al XVI secolo e fu realizzata su ideazione del conte Pirro I Visconti Borromeo. La villa è famosa per il suo ninfeo e il suo parco, che si estende per tre ettari e che si pensa fosse già suddiviso in origine per ricavarne orti, giardini ed agrumeti. Già nel Cinquecento era presente un un “teatro di verzura”, un teatro naturale realizzato con tassi a piramide tronca e destinato a rappresentazioni musicali e teatrali. All’interno si trovano anche alcune serre. 

#4 Villa Alari-Visconti, la villa più importante di Cernusco sul Naviglio

Credits: geme1972
IG – Villa Visconti a Cernusco sul Naviglio

Villa Alari-Visconti, villa di delizia in stile rococò edificata nei primi decenni del XVIII secolo, è la più importante tra le ville presenti nel Comune di Cernusco sul Naviglio. Voluta da Giacinto Alari, di antica origine piemontese, è conosciuta oltre che per la sua imponenza anche per gli stupendi dipinti. Tra i più celebri l’affresco “Ercole accolto all’Olimpo” sulla volta dello scalone d’onore, il “Tempo rapisce la giovinezza” nella stanza n.3 del piano nobile e il grande affresco nel salone da ballo “Apollo nell’Olimpo”.

Leggi anche: Trasferirsi nell’HINTERLAND? I 10 POSTI PREFERITI dai milanesi

#5 La villa monumentale Biancani Greppi a Cernusco sul Naviglio

Credits lombardiabeniculturali – Villa Biancani Greppi

Villa Biancani Greppi è un’altra delle ville che si possono trovare a Cernusco sul Naviglio. Il complesso monumentale è degno d’interesse per la ben congegnata successione di spazi: dall’ingresso a esedra, al cortile d’onore, alla villa e al giardino ordinati lungo un asse che termina nell’esedra chiusa da una cancellata. Il recente restauro ha restituito all’edificio la fisionomia esterna, salvandolo dall’abbandono e dall’incuria. Di proprietà del comune dal 1961, nel parco oggi ad uso pubblico è stato edificato un edificio scolastico e la Biblioteca Comunale.

#6 Villa Uboldo, a Cernusco sul Naviglio, conserva la rete di grotte artificiali e il Tempio della Notte adibito a riti massonici

Credits ecomuseomartesana – Villa Uboldo

La realizzazione della Villa Uboldo fissò un momento importante nell’opera di edificazione delle ville lombarde nel XVIII secolo poiché abbinò il gusto per la tendenza neoclassica a quello per il giardino all’inglese. Progettata, salvo il giardino all’inglese, dall’architetto Carillo Rougier, fu costruita nel 1747 su volere di Ambrogio Uboldo. Oggi, parzialmente trasformata per il suo ospedaliero, nel “giardino romantico” rimane un sistema di grotte artificiali che conducono al Tempio della Notte utilizzato per i riti di Massoneria, cui l’Uboldo era affiliato.

#7 Villa Biraghi Ferrario, la più sobria e compatta 

Credits ecomuseomartesana – Villa Biraghi Ferrario

Villa Biraghi Ferrario è la villa adiacente al gruppo di ville più famose e imponenti di Cernusco. Il suo impianto è più sobrio e compatto, con un giardino quadrangolare all’ingresso, ed è difesa da una cinta muraria che la nasconde alla vista esterna. La villa si compone di un corpo centrale su pianta rettangolare con la facciata rivolta verso il giardino e al centro del portico è presente ancora il vecchio pozzo.

Fonte: Touring Club Milano

Continua a leggere con: Tre VILLE STORICHE di Milano APRONO al pubblico

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Riproduzione vietata al sito internet che commette violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte 

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.