Il primo COWORKING con PAUSA SCI

La nuova frontiera del coworking sembra essere questa: realizzarli nei pressi di luoghi di svago

Ph. stevanaksentijevic

L’idea di sciare e lavorare sembra avere successo: già nelle prime tre settimane la struttura ha avuto una cinquantina di utenti. Ecco come funziona il nuovo progetto.

Il primo COWORKING con PAUSA SCI

Il coworking è una tendenza in crescita ovunque. Per chi non lo sapesse, il coworking consiste nell’utilizzo di uno spazio di lavoro condiviso da professionisti che lavorano in ambiti diversi ma che hanno bisogno di un ambiente collaborativo e produttivo per portare avanti i loro progetti. La nuova frontiera del coworking sembra essere questa: realizzarli nei pressi di luoghi di svago. Questa l’idea sviluppata a Livigno. 

# Livigno avanguardia nel settore?

Credits: pexels.com

Negli ultimi anni, il numero di start-up e di freelance che scelgono di trasferirsi a Livigno per lavorare e vivere in un ambiente tranquillo e immerso nella natura è aumentato considerevolmente. Il coworking offre loro la possibilità di avere un ufficio a disposizione senza dover sostenere i costi e le responsabilità di una struttura indipendente. Inoltre, condividere lo spazio con altri professionisti stimola la creatività e la condivisione delle conoscenze.

Il primo spazio di coworking aperto a Livigno è stato “Coworking Livigno” che si trova nel centro della città e offre una vasta gamma di servizi come sale riunioni, connessione internet ad alta velocità e un’area comune per rilassarsi. Inoltre, organizzano eventi e incontri per creare una comunità tra i professionisti che lavorano lì.

# Il nuovo progetto

Negli ultimi mesi è nato il progetto “Altipiani Coworking” che, situato in una posizione privilegiata tra le montagne, offre una vista panoramica su Livigno e sulle Alpi. Lo spazio è dotato di attrezzature all’avanguardia, sale riunioni, un’area relax e un’area esterna dove i professionisti possono godersi la bellezza della natura durante le pause.

La struttura si trova proprio ai piedi delle piste in cui si svolgeranno le gare olimpiche di snowboard e freestyle e ospita un centro servizi di ben seimila metri quadrati con dentro di tutto: la biglietteria, le attività commerciali per la vendita di materiale sportivo, noleggio attrezzature, un ristorante che porta la firma di uno chef stellato, e lo spazio di 200 mq per lo smart working.

Ci sono venti postazioni, una sala riunioni, wifi, stampanti, maxi schermo per proiezioni, due salette insonorizzate, un’area relax e se richiesti vengono forniti anche tablet e pc. Si accede all’area su prenotazione, direttamente dagli impianti di risalita, con un costo di 9 euro mezza giornata e di 15 tutto il giorno.

Continua la lettura con: Le migliori località sciistiche della Lombardia (mappa)

JACOPO CESARETTI

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/