Mamma coniglio

Un esperimento di psicologia sovietica cercava di stabilire se tra una madre di coniglio e i suoi piccoli ci fosse un legame di empatia che va oltre la fisica che conosciamo noi


Un esperimento di psicologia sovietica cercava di stabilire se tra una madre di coniglio e i suoi piccoli ci fosse un legame di empatia che va oltre la fisica che conosciamo noi.

L’esperimento consisteva nell’allontanare i piccoli dalla madre e metterli in un sommergibile a 5000 chilometri di distanza. Nel momento in cui i piccoli sono stati uccisi la madre ha avuto una reazione incontrollata e del tutto inaspettata, quasi come se fosse stata presente alla scena.

La fisica moderna delle particelle ci ha abituato negli ultimi anni al fenomeno dell’Entanglement in cui fotoni gemelli posti a distanza di centinaia di chilometri si comportano allo stesso modo pur non avendo alcun contatto a noi noto.

Del resto nel settecento se fosse stato svelato il meccanismo delle onde radio le persone avrebbero pensato a una magia più che a un fatto scientifico.

Questo ci insegna che la scienza è al corrente di una parte della fisica ma come è del tutto evidente ha delle lacune ancora enormi. A tutt’oggi nessuno sa perché l’universo esiste, come un seme germoglia, come gli uccelli migratori siano in grado di orientarsi o come si fa a riprodurre artificialmente un organismo vivente.

Continua la lettura con: la forza dell’opinione

MILANO CITTA’ STATO

Copyright milanocittasto.it

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.